Caos differenziata a Vibo, la Dusty: «Problema in via di risoluzione»

L’azienda siciliana assicura che i disagi, «causati da un guasto tecnico all’impianto Daneco di Lamezia», saranno risolti entro domani mattina e aggiunge: «l’Amministrazione era informata»

L’azienda siciliana assicura che i disagi, «causati da un guasto tecnico all’impianto Daneco di Lamezia», saranno risolti entro domani mattina e aggiunge: «l’Amministrazione era informata»

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Vi sarebbe un guasto tecnico dell’impianto Daneco di Lamezia Terme alla base della mancata raccolta della frazione indifferenziata verificatasi questa mattina in alcune zone del centro cittadino di Vibo Valentia. Un guasto a causa del quale, spiega la società Dusty, «non è stato possibile conferire i rifiuti indifferenziati raccolti nel territorio di Vibo che sono pertanto rimasti all’interno degli automezzi. Tale circostanza – spiega l’amministratore unico Rossella Pezzino de Geronimo – è stata prontamente comunicata all’amministrazione comunale con la precisazione che l’impossibilità di conferire i rifiuti raccolti per il fermo tecnico dell’impianto avrebbe conseguentemente determinato un ritardo nell’esecuzione del servizio di raccolta indifferenziato previsto per la giornata del 3 gennaio, per il quale nessuna responsabilità si sarebbe potuta addebitare a Dusty». Detto ciò, l’azienda aggiunge che «volta conferiti i rifiuti ritirati in data 2 gennaio, grazie alla riapertura dell’impianto Daneco, si è potuto procedere questo pomeriggio all’espletamento del servizio di raccolta e si prevede che già nelle prime ore di domani mattina la situazione potrà tornare alla normalità. Per quanto riguarda la zona C (zona industriale ed aeroporto) e la zona Madonella di Vibo Città si fa presente che tali aree, come già più volte comunicato all’amministrazione comunale, sono frequentemente interessate dall’abbandono indiscriminato di rifiuti da parte di ignoti, per la cui rimozione deve essere di volta in volta predisposto uno specifico programma di intervento». Quindi in riferimento all’utilizzo di un nuovo capannone quale sede operativa, l’azienda evidenzia che tale decisione «è stata volontariamente assunta dalla società e che la problematica che si riscontra non è stata affatto determinata da tale trasferimento». Infine, concludono dalla Dusty, «la collaborazione con il coordinatore dei servizi Gregorio Farfaglia è cessata per naturale scadenza». LEGGI ANCHERaccolta differenziata nel caos a Vibo, servizio in tilt in città e zona industriale

Informazione pubblicitaria