giovedì,Luglio 25 2024

Il generale Salsano: «Valorizzare il mare calabrese per far crescere il Pil»

Il comandante della Legione Calabria dei carabinieri al convegno "Educare per amare" organizzato in collaborazione con il network LaC: «Noi ci siamo»

Il generale Salsano: «Valorizzare il mare calabrese per far crescere il Pil»
Il generale Salsano durante il convegno

di Antonio Clausi

Il generale Pietro Salsano, comandante della Legione Calabria dei carabinieri, ha firmato stamattina la lettera di intenti con il Magnifico Rettore dell’Unical Nicola Leone. «Il nostro connubio siamo certi che funzionerà – ha detto con soddisfazione dopo la ratifica della storica intesa -. Oggi siamo qui per lanciare un messaggio chiaro agli studenti dell’Università della Calabria, in particolare a chi frequenta i corsi di Biologia Marina. La nostra regione ha 800 km di coste e, oltre alla tutela ambientale che è un punto fondamentale, va considerato anche l’aspetto economico».

Salsano, durante il primo convegno Educare per Amare organizzato in collaborazione con il network LaC, entra nel dettaglio ed evidenzia: «Pensate quanto potrebbe crescere il Pil della Calabria se si valorizzasse l’ecosistema marino in modo sostenibile. Oggi cogliamo l’occasione per dire: l’Arma c’è, è presente ed offre competenze e capacità operative per analizzare le acque. Tutto questo per individuare i reali problemi e valutare le soluzioni adottare».

Sa da un lato non viene meno l’attività di prevenzione e di repressione dei reati, dall’altro i carabinieri si occupano anche di divulgazione. «In questo momento – conclude il Generale – dobbiamo porci all’attenzione dei giovani e della comunità scientifica quale link per unire le varie associazioni, gli enti pubblici e privati per uno stesso scopo: fare crescere la nostra terra. Sono convinto che si possa dare i ragazzi la possibilità di entrare nel mondo del lavoro per contribuire a centrare gli obiettivi che oggi ci siamo prefissati».

LEGGI ANCHE: Tutela del mare in Calabria: Arma dei carabinieri e Unical firmano l’accordo

top