venerdì,Maggio 24 2024

Pitone albino avvistato a Serra, il Wwf: «Non è aggressivo, ecco cosa fare in caso di ritrovamento»

Il serpente visto ieri nel cortile di un condominio non è ancora stato trovato. I carabinieri forestali al lavoro per individuale il proprietario

Pitone albino avvistato a Serra, il Wwf: «Non è aggressivo, ecco cosa fare in caso di ritrovamento»

Lungo circa un metro e mezzo, bianco e con delle sfumature gialle, non è ancora stato trovato il pitone albino visto ieri a Serra San Bruno. I carabinieri forestali della locale stazione, insieme ai vigili del fuoco e al sindaco hanno subito raggiunto il luogo dell’avvistamento, comunicando l’accaduto e interessando il servizio veterinario dell’Asp di Vibo. Dalle foto circolate in rete, il naturalista del Wwf vibonese Pino Paolillo, ha identificato la specie come “Pitone reale albino”, una di quelle più frequentemente allevate dagli appassionati di serpenti. Nel 2019 lo stesso naturalista catturò un pitone moluro (non albino) di due metri, dopo una segnalazione dei veterinari, sulla scarpata ferroviaria di Pizzo, prima di essere restituito al proprietario in seguito agli accertamenti dei carabinieri forestali. [Continua in basso]

Al momento il grosso serpente di Serra non è stato ancora rintracciato, per cui il Wwf fa sapere che «la specie, come tutti i serpenti appartenenti alla famiglia che comprende boa e pitoni non è assolutamente velenosa e il pitone reale, non è aggressivo». Paolillo raccomanda inoltre «nel caso auspicabile in cui venisse nuovamente avvistato, di non ucciderlo, di mantenere comunque una distanza di sicurezza, e di contattare subito i carabinieri forestali e i vigili del fuoco. Date le temperature, soprattutto quelle notturne, che si registrano a Serra in questo periodo, i movimenti e l’attività del serpente vengono rallentati: chi lo deteneva in casa di sicuro avrà allestito un terrario riscaldato a 27-30 gradi, molto più alti dei 6-7 gradi di minima che si registreranno a Serra in questi giorni e che rappresentano pertanto un pericolo per il pitone. I carabinieri forestali sono già all’opera per cercare di individuare il proprietario del serpente responsabile di una spiacevole “distrazione”».

LEGGI ANCHE: Serra San Bruno: è “caccia” ad un raro pitone albino avvistato in un cortile

Articoli correlati

top