mercoledì,Aprile 24 2024

San Costantino, l’Istituto “E. Pugliese” promuove progetti volti alla tutela dell’ambiente

La manifestazione dal titolo "Tra semi di bellezza" fortemente voluta dal dirigente scolastico Luisa Vitale ha visto protagonisti studenti di diverse scuole e la partecipazione del Vescovo, del procuratore Falvo, delle forze dell'ordine e alcuni sindaci della provincia

San Costantino, l’Istituto “E. Pugliese” promuove progetti volti alla tutela dell’ambiente

Si è svolta martedì 30 maggio, nei locali e nell’area di pertinenza dell’Istituto Comprensivo di San Costantino Calabro la manifestazione dal titolo “Tra semi e bellezza” che ha rappresentato il momento conclusivo di attività e progetti realizzati, nel corso di quest’anno scolastico, dalle diverse classi della scuola con la finalità dichiarata di tutelare l’ambiente attraverso azioni quotidiane ed interventi orientati a costruire modelli di comportamento volti a rispettare e custodire “la nostra casa comune”. Tre sono stati i progetti presentati dalla dirigente scolastica, Luisa Vitale, che hanno fortemente caratterizzato l’azione formativa dell’Istituto: il progetto Fesr Pon Edugreen: realizzazione di ambienti e laboratori per l’educazione e la formazione alla transizione ecologica, curato dai professori Giovanni Laganà e Antonio Mercadante; il progetto “Gli Stewards of the Earth incontrano la Laudato sì”, realizzato dalla docente Maria Rosaria Bertuccio e il progetto “Un albero per il futuro”, realizzato con la collaborazione dei Carabinieri del Nucleo della biodiversità di Mongiana. Alla manifestazione hanno preso parte il procuratore di Vibo Valentia, Camillo Falvo, il tenete colonnello dei Carabinieri del Nucleo di Biodiversità, Rocco Pelle, il vescovo Attilio Nostro, il capitano Veronica Pastori del Comando Provinciale dei Carabinieri di Vibo con i comandanti delle stazioni di San Costantino Calabro, Francica e Filandari e i sindaci Nicola Derito (San Costantino Calabro), Fabio Signoretta (Ionadi), Michele Mesiano (Francica) e Rita Fuduli (Filandari).

All’evento ha partecipato anche Padre Xalxo Prem, docente di Ecologia Integrale presso la Pontificia Università Gregoriana. La cerimonia, che ha visto protagonisti i ragazzi delle scuole secondarie di I grado di San Costantino Calabro, Ionadi, Francica e Filandari, si è conclusa con la piantumazione dell’Albero di Giovanni Falcone, curata dei Carabinieri del Nucleo della biodiversità. Gli ospiti presenti, oltre ad assistere alle performance musicali e canore e alla narrazione proposta dalle alunne e dagli alunni, hanno potuto apprezzare le opere realizzate: una serra, le coltivazioni in vasca, la realizzazione di un sistema di irrigazione con un serbatoio interrato e alimentato da acqua piovana, le coltivazioni idroponiche e tanto altro. Grande l’entusiasmo registrato da parte dei presenti che hanno avuto modo di constatare la positiva collaborazione che si è realizzata tra la scuola e il territorio di riferimento.

LEGGI ANCHE: Rombiolo, ritorna la campagna “Puliamo il Mondo”

Tropea, tutto pronto per la seconda edizione di “Insieme possiamo” ed il “Moon party”

Briatic art: tre giorni di sport, inclusione e musica a sostegno dei giovani talenti

top