Rifiuti lungo la ex Ss 110, Pellegrino: «Pulizia prevista a fine settembre»

Il commissario straordinario del Parco delle Serre risponde alle sollecitazioni giunte dall’imprenditore Pippo Callipo e assicura che sulla vicenda vi è l’attenzione di vari enti

Il commissario straordinario del Parco delle Serre risponde alle sollecitazioni giunte dall’imprenditore Pippo Callipo e assicura che sulla vicenda vi è l’attenzione di vari enti

Informazione pubblicitaria

«Ringraziando, per le sollecitazioni giunte, Pippo Callipo, con riferimento al problema dei rifiuti presenti sulla Strada statale 110 lungo il tratto Angitola-Maierato è doveroso chiarire come la tematica relativa alla rimozione dei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi è stata sempre cara agli organi del Parco Naturale Regionale delle Serre». A riferirlo, in una nota, è il commissario straordinario del Parco delle Serre,  Giuseppe Pellegrino. «L’Ente di tutela ambientale – spiega Pellegrino – già nel mese di maggio si era preoccupato della rimozione di detti rifiuti avviando un’intensa attività di rimozione che ha visto coinvolti i Comuni di Pizzo, Maierato, Capistrano, Monterosso, Polia, Francavilla Angitola, i Consorzi di bonifica di Lamezia Terme e Vibo Valentia, l’amministrazione provinciale di Vibo Valentia, l’Anas e naturalmente il personale del Parco delle Serre». Aggiunge il commissario: «le attività sinergiche di pulizia hanno permesso di raccogliere un enorme quantitativo di rifiuti solidi, prontamente smaltiti grazie all’intervento, in prima persona, degli organi regionali, quali il presidente della giunta regionale Mario Oliverio e l’assessore all’Ambiente Antonella Rizzo, evitando l’aggravio delle spese sugli enti comunali competenti. 

Informazione pubblicitaria

Successivamente, un nuovo abbandono abusivo di rifiuti frutto di malcostume, riconducibile, nella migliore delle ipotesi, a comportamenti non corretti da parte di alcuni cittadini, ha fatto sì che un nuovo accumulo di rifiuti si creasse nei luoghi in precedenza interessati dall’intervento di pulizia straordinaria». Nello scorso agosto, aggiunge Pellegrino, «unitamente ed in collaborazione al commissario straordinario del Comune di Maierato, che aveva messo a disposizione mezzi e personale, era stato pianificato un nuovo intervento di pulizia che, però, non è stato possibile eseguire per la grave problematica dell’emergenza rifiuti nota a tutti. Intervento che, tuttavia, è congiuntamente stato posticipato nella terza decade di settembre, quando sarà messo in campo il recupero e lo smaltimento dei rifiuti, nonché la gestione dei siti inquinati da bonificare. Con la speranza che questa mobilizzazione istituzionale e civile, ed in modo particolare l’input lanciato da Pippo Callipo, esorti alla sensibilizzazione di chi continua, in modo imperterrito, a compiere tali gesti incivili e vili». 

LEGGI ANCHERifiuti lungo la Statale 110, Pippo Callipo: «Scempio vergognoso»