Bivona, spiagge sporche e piazzetta abbandonata: Patania chiede interventi

Il sindacalista scrive all’amministrazione comunale per sollecitare un’opera di pulizia di tutta la frazione ed il lavaggio delle vie più trafficate
Il sindacalista scrive all’amministrazione comunale per sollecitare un’opera di pulizia di tutta la frazione ed il lavaggio delle vie più trafficate
Informazione pubblicitaria

Passano le stagioni, passano gli anni ma non passano i guai per Bivona. La frazione costiera di Vibo Valentia è ancora al centro di una sollecitazione da parte del sindacalista della Confasila Gianni Patania che con una pec inviata all’amministrazione comunale rimarca lo stato di abbandono in cui versano ampie aree del centro abitato.

Una lettera inviata al sindaco Maria Limardo, agli assessori Giovanni Russo e Vincenzo Bruni ed ai funzionari comunali nella quale viene sollecitato un rapido intervento della Dusty per le operazioni di «livellamento e pulizia della spiaggia», oltre che di pulizia delle erbacce: «L’erba è abbondantemente ricresciuta dopo gli interventi passati, visto che non è stato irrorato il diserbante come previsto dal Capitolato. Ad esempio il giardinetto antistante la Tonnara è invaso di sterpaglie: sebbene i bambini non possano utilizzare i giochi, non sono le sterpaglie a dovere fare da deterrente. Tale area rischia di diventare un ricettacolo di insetti e topi. Sarebbe opportuno inoltre garantire l’igiene urbana mediante adeguato lavaggio e spazzamento delle strade sempre come giusto contratto. Colgo l’occasione – rimarca ancora Patania – per sollecitare il completamento dei lavori che la società Dusty puntualmente inizia e pubblicizza tramite i social e che mai ha portato a compimento e precisamente: rimozione rifiuti abbandonati nella zona cementificio e nella strada del palazzetto, rimozione sabbia, spazzamento e lavaggio via Emilia e via Amerigo Vespucci».