Bivona, il torrente Sant’Anna deviato verso il depuratore di Porto Salvo

La captazione effettuata dal Corap rientra negli interventi programmati col Comune. Russo: «Quest’anno l’attività compiuta con largo anticipo rispetto al passato»
La captazione effettuata dal Corap rientra negli interventi programmati col Comune. Russo: «Quest’anno l’attività compiuta con largo anticipo rispetto al passato»
Informazione pubblicitaria
Un dettaglio del torrente Sant'Anna prima che sfoci a Bivona
Informazione pubblicitaria

Con anticipo rispetto agli anni scorsi, i lavori per effettuare la captazione del torrente Sant’Anna, che sfocia a Bivona, frazione costiera di Vibo Valentia, sono stati effettuati. A comunicarlo è stato il Corap con una nota protocollata al Comune, in cui viene confermata l’operazione di by-pass di un torrente che spesso, nei mesi estivi, è tra i maggiori “portatori” di inquinamento dello specchio acqueo antistante.

«L’intervento – spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Giovanni Russo – si inserisce nella serie di attività già programmate insieme al Corarp, nello specifico con la responsabile dei servizi depurativi Maria Alfonsa Farfaglia, per il potenziamento delle stazioni di sollevamento numero 6 e 7. Quest’anno, con largo anticipo rispetto al passato, si è già provveduto quindi alla captazione del Sant’Anna». In sostanza, attraverso una deviazione prima della foce, il torrente viene deviato verso il depuratore di Porto Salvo in modo tale che le acque non giungano a mare insieme ai liquami.

Informazione pubblicitaria