Lago Angitola, Kalabria Trekking traccia il “Sentiero degli aironi”

L’associazione escursionistica con sede a Pizzo apre un nuovo tracciato all’interno dell’oasi naturalistica. Un percorso che sarà tenuto a battesimo in occasione dell’evento “Kalabria coast to coast”

0
3

L’associazione escursionistica con sede a Pizzo apre un nuovo tracciato all’interno dell’oasi naturalistica. Un percorso che sarà tenuto a battesimo in occasione dell’evento “Kalabria coast to coast”

Il bacino artificiale dell'Angitola
Informazione pubblicitaria

Prende forma il Protocollo d’Intesa, ufficializzato lo scorso mese di giugno durante la Festa dell’Escursionismo, tra l’associazione napitina Kalabria Trekking e il Parco Naturale Regionale delle Serre.

Informazione pubblicitaria

«L’idea – si legge in una nota – è nata dai comuni intenti che muovono le parti, dall’orgoglio della riscoperta di una memoria storica legata a un territorio di grandi ricchezze ambientali e umane, oltre che dalle particolari condizioni geomorfologiche di questo territorio che ben si presta a valorizzare attraverso la partecipazione, la forte identità dei luoghi, il paesaggio, la biodiversità e le memorie, presenti e custodite nell’area protetta, dove l’abete bianco e l’airone cenerino sono solo alcuni dei simboli dell’area».

Tra le finalità dell’importante accordo, voluto dal commissario straordinario del Parco, Domenico Sodaro e dal presidente di Kalabria Trekking Lorenzo Boseggia, vi sono «quelle di promuovere in sinergia, la cultura del turismo sostenibile e della montagna, tutelare l’habitat e le specie presenti oltre che diffondere e ampliare la conoscenza degli itinerari inseriti in questo grande polmone verde che si estende tra lo Ionio e il Tirreno, per una fruizione a basso impatto ambientale».

Gli obiettivi a medio termine prevedono, tra le altre cose, «la ri-tracciatura di vecchi e nuovi sentieri, e di questo si tratta: un nuovo percorso della lunghezza di 3 km, il “Sentiero degli aironi” interamente tracciato da Kalabria Trekking all’interno dell’oasi naturalistica del lago Angitola».

Il “Sentiero degli aironi” verrà ufficialmente inaugurato in occasione dell’importante evento escursionistico del prossimo 17 settembre promosso dall’associazione e giunto ormai alla quinta edizione, il Kalabria Coast to Coast, che attraverserà la Calabria per 35 Km da San Vito sullo Ionio a Pizzo e che porterà nella nostra regione, 300 appassionati del camminare lento provenienti da ogni parte d’Italia e non solo. «Un tratto del “Coast to Coast” percorrerà anche il nuovo “Sentiero degli aironi” all’interno dell’area protetta e in questa occasione, gli escursionisti potranno godere dell’alternanza di paesaggi e di una ricchezza di biodiversità unica. L’area infatti, è circondata per buona parte da eucalipti, salici bianchi, ontani neri, querce da sughero nonché dal bellissimo Pino d’Aleppo».

Il sentiero inoltre, sarà fruibile da chiunque, tutto l’anno, nei giorni e negli orari di apertura stabiliti dall’ente. Soddisfatto Lorenzo Boseggia, secondo cui il Protocollo è «uno strumento che consente oltre che di valorizzare la nostra meravigliosa terra, anche di promuovere la filosofia del camminare lento che regala ad ogni passo nuove emozioni. Questo all’interno dell’Oasi dell’Angitola ne è un esempio ed è solo il primo dei sentieri che sancisce l’avvio della collaborazione con il Parco».

LEGGI ANCHE:

Escursionismo, firmato il protocollo d’intesa tra Parco delle Serre e Kalabria Trekking

Trekking, aperte le iscrizioni per il “Kalabria coast to coast”

“Coast to Coast”, il trekking alla scoperta della Calabria

L’impresa dei ciclo-escursionisti: da Serra San Bruno a Reggio in mountain bike