“Coast to Coast”, il trekking alla scoperta della Calabria

Il 17 settembre la V edizione del percorso tra sport, salute e turismo più conosciuto nella nostra regione. Da San Vito sullo Ionio a Pizzo, passando da Polia, Capistrano, Monterosso e Maierato. Lac-Pubbliemme media partner dell’evento

Il 17 settembre la V edizione del percorso tra sport, salute e turismo più conosciuto nella nostra regione. Da San Vito sullo Ionio a Pizzo, passando da Polia, Capistrano, Monterosso e Maierato. Lac-Pubbliemme media partner dell’evento

Informazione pubblicitaria
Trekking
Informazione pubblicitaria

300 partecipanti all’evento trekking più conosciuto. 35 Km di profumi, colori e tradizioni esclusivamente made in Calabria. E’ il “Coast to Coast” giunto alla 5° edizione. Da San Vito sullo Ionio (Cz) a Pizzo (Vv),  il percorso si snoda su strade secondarie e sentieri di montagna di 2 province (Cz e Vv) attraversando, oltre i comuni di partenza e arrivo, anche i territori montani di Polia (Vv), Monterosso Calabro (Vv), Capistrano (Vv) e Maierato (Vv). Sarà possibile visionare il percorso “ufficiale” della V edizione, attraverso  una mappa interattiva, Easy Map, dove oltre ai dettagli tecnici si trovano informazioni culturali e curiosità sui territori toccati dall’evento. La Easy Map  inoltre permetterà di iniziare “virtualmente” il viaggio che porterà tutti gli appassionati del camminare lento, il 17 Settembre, nel cuore della nostra terra tra colori e profumi di Calabria.

Informazione pubblicitaria

Sport ma non solo

Un’occasione per promuovere la regione e valorizzare le sue tradizioni millenarie – come precisa Lorenzo Boseggia, presidente di Kalabria Trekking, l’associazione organizzatrice – attraversando  il “Sentiero delle Nivere”, l’antica via che gli abitanti dell’entroterra delle Preserre calabresi, percorrevano a piedi fino a Pizzo o Vibo Marina trasportando sul dorso di asini grossi blocchi di ghiaccio che successivamente partivano a bordo di imbarcazioni verso Messina, diventando poi gustosissime granite e gelati attraverso la sapiente e antica arte dei maestri gelatai siciliani. La neve raccolta nei mesi invernali veniva conservata all’interno di grosse buche nel terreno denominate “nivere”, poste a ridosso del crinale delle Preserre calabresi, nelle zone più fredde e umide.

Ecco le tappe

Il percorso ha un dislivello di circa 600 metri in salita e di circa 1000 metri in discesa e l’organizzazione ha diviso il tracciato in 4 parti denominati Trekk Point, per dare la possibilità agli escursionisti di recuperare le energie e scegliere se proseguire oppure fermarsi. La prima parte del percorso con partenza da Piazza G. Casalinuovo di San Vito sullo Ionio, si snoderà tra un bosco di castagni fino all’area attrezzata del lago Acero (Trekk Point 1) dove l’associazione Liberi nella sclerosi multipla di Cosenza offrirà a tutti i partecipanti una gustosa colazione a base di prodotti locali. Nella seconda parte il percorso si inoltrerà in una imponente faggeta, toccando sul crinale delle Preserre Calabresi il punto più alto di tutto il tracciato (1020 mslm) posizionato a metà tra il Passo del Giudeo e Passo Napoli, per poi giungere a ridosso della vetta di Monte Coppari (970 mslm) e cominciare la discesa fino allo chalet del consorzio di bonifica dove è ubicato il secondo punto di ristoro (Trekk Point 2).

In questo punto sarà possibile consumare il pranzo e sarà presente una navetta per i partecipanti che non se la sentiranno di proseguire direttamente al Trekk Point 3. Il terzo tratto condurrà direttamente all’oasi naturalistica del Wwf ubicata sulle rive del Lago Angitola (Trekk Point 3) e ricadente all’interno del Parco naturale regionale delle Serre, dove gli organizzatori offriranno bevande e barrette energetiche. Anche in questo luogo sarà presente una navetta che potrà trasportare gli escursionisti che non vorranno proseguire direttamente all’arrivo. L’ultimo tratto va dal lago Angitola fino ai ruderi dell’antica Crissa in loc. Rocca e successivamente sull’altopiano degli Scrisi. Da questo punto inizierà la discesa che porterà all’arrivo a Pizzo dove si darà luogo ai festeggiamenti.   

LEGGI ANCHE:

Trekking, aperte le iscrizioni per il “Kalabria coast to coast”

Grande partecipazione al secondo “Trekking day”, da Cardinale ai boschi vibonesi

Escursionismo, firmato il protocollo d’intesa tra Parco delle Serre e Kalabria Trekking