“Sulle strade provinciali esternazioni insensate, mai tanti interventi nel Vibonese”

Arriva a stretto giro di posta la replica del presidente della Provincia Solano al sindaco di Sant’Onofrio Maragò: «Vuol sostituirsi all’opposizione di Stefanaconi, ma anche in questo fallisce miseramente»
Arriva a stretto giro di posta la replica del presidente della Provincia Solano al sindaco di Sant’Onofrio Maragò: «Vuol sostituirsi all’opposizione di Stefanaconi, ma anche in questo fallisce miseramente»
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

di Salvatore Solano*

Informazione pubblicitaria

Non pensavo di vedermi costretto a farlo e, di certo, non avrei voluto rispondere ad alcune insensate esternazioni del collega sindaco Maragò. Lo faccio, spero, per l’ultima volta, anche perché la verità in questo caso non sta nel mezzo ma si appalesa nella realtà dei fatti. Farebbe bene il sindaco di Sant’Onofrio a circoscrivere il suo dire a quanto prodotto dalla sua Amministrazione, anche perché ogni primo cittadino dovrebbe rispondere del suo operato ai propri cittadini. Probabilmente, conscio di non poter dare risposte ai suoi concittadini, pensa bene di sostituirsi all’opposizione consiliare di Stefanaconi. Ma anche in questo caso non onora al meglio il suo ruolo di minoranza, non solo perché non vive a Stefanaconi ma soprattutto perché non ha la fortuna di trasmettere alla sua comunità l’idea del bello, molto praticata dalla mia Amministrazione, trasparente in ogni atto che produce. Preferisco sorvolare su alcune questioni, come quella relativa all’invito all’evento “Mediterraneo nel Borgo”, perché significherebbe confondere il sacro con il profano. Se poi il sindaco Maragò si ritiene offeso per la modalità dell’invito, organizzi lui un evento nel suo Comune e si comporti di conseguenza. Sicuramente non darò al caso la dignità di notizia giornalistica. Capisco che anche questo sarebbe impossibile, visto che sin dal suo insediamento i poveri cittadini di Sant’Onofrio non hanno avuto la fortuna di partecipare ad un solo evento promosso dal loro Comune. Per quanto riguarda le strade provinciali citate dallo stesso sindaco ed, in particolare, la provinciale n. 64, la stessa rientra in una programmazione d’intervento successiva a questa, certamente non di brevissima soluzione. A mia discolpa è lo stesso sindaco che dichiara che il problema franoso risale a oltre 2 anni fa e, comunque, prima del mio insediamento. Ad ogni modo, la mia disponibilità e quella dell’amministrazione provinciale è di poter intervenire su tutte le strade provinciali, anche su quelle segnalate da Maragò, sempre se le condizioni di bilancio e le risorse saranno sufficienti a farlo.

Salvatore Solano

Forse un po’ di onestà intellettuale sarebbe stata più rispettosa del suo ruolo di amministratore, anche perché – è giudizio comune e diffuso – che tanti interventi sulle strade provinciali non si vedevano da oltre 10 anni. Circostanza che non ha bisogno di encomi ma, magari, richiederebbe un riconoscimento dell’impegno di chi lavora incessantemente nell’interesse esclusivo della collettività. Ciò che mi fa pensare è che, conclamata la grave situazione del tratto stradale segnalato dal sindaco Maragò, cioè la strada che dovrebbe condurre alla famigerata discarica di Sant’Onofrio, l’Ato di Vibo ha deliberato comunque per un impianto in quella zona, che al netto delle problematiche inerenti il sito, presenta un problema viario che richiede tempi e soldi per intervenire. Questo con gravi ritardi, anche nella migliore delle ipotesi, per la realizzazione dell’impianto e per la risoluzione della problematica sui rifiuti. Ma su questo punto saranno il tempo e le circostanze a spiegare le conseguenze delle scelte politiche assunte in sede di Ato. Per le questioni che riguardano servizi e strade in comune, il sindaco Maragò farebbe bene a soffermarsi un po’ di più sui problemi del suo territorio e su alcune scelte amministrative perpetrate a danno dei cittadini della Morsillara, frazione di Stefanaconi contigua a Sant’Onofrio. Gli ricordo che ad aver effettuato lavori visibili, e non immaginari, è stato il Comune di Stefanaconi che ha ripristinato di recente alcune vie della frazione Morsillara condivise con Sant’Onofrio. Asfaltandole interamente, e non certo a metà.

*presidente della Provincia di Vibo Valentia e sindaco di Stefanaconi

LEGGI ANCHE: “Strade provinciali e gusto del bello: se il buonsenso cede il passo al protagonismo”

Viabilità, Solano replica a Maragò sulla Sp64: «Io penso al bello, lui alla discarica» – Video

Viabilità nel Vibonese, a Sant’Onofrio scoppia il caso della Sp 64 – Video