Stammer 2 | Torna in libertà 28enne di Mileto. Il Tdl annulla l’ordinanza

Il 1 marzo scorso si era reso irreperibile. Nel novembre del 2015 sarebbe stato malmenato dai Pititto per ragioni legate allo spaccio di stupefacenti

Il 1 marzo scorso si era reso irreperibile. Nel novembre del 2015 sarebbe stato malmenato dai Pititto per ragioni legate allo spaccio di stupefacenti

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il Tribunale del Riesame ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip distrettuale di Catanzaro nei confronti di Claudio Tortora, 28 anni, di Mileto, resosi irreperibile l’1 marzo scorso e poi consegnatosi il giorno successivo ai finanzieri del Goa di Catanzaro per finire agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione “Stammer 2” della Dda di Catanzaro contro il narcotraffico. I giudici hanno escluso le aggravanti delle finalità mafiose nelle condotte contestate, accogliendo l’istanza dell’avvocato Francesco Schimio. Claudio Tortora è accusato di aver spacciato marijuana a Mileto in un territorio già sotto il controllo dei fratelli Giuseppe e Gianluca Pititto (figli di Salvatore Pititto). Per tale motivo, Claudio Tortora nel novembre del 2015 sarebbe stato malmenato dai due Pititto finendo in ospedale a Vibo.

Informazione pubblicitaria

PER TUTTI I PARTICOLARI SULLE CONTESTAZIONI LEGGI QUI: Stammer 2 | L’attività di spaccio su Mileto ed i nuovi assetti criminali sul territorio