Autobomba a Limbadi, M5s: «Si disponga la scorta per Rosaria Scarpulla»

Gli esponenti pentastellati: «Nessuna esitazione a garantire supporto a chi ha vissuto sulla propria pelle la barbarie della violenza di stampo criminale»
Gli esponenti pentastellati: «Nessuna esitazione a garantire supporto a chi ha vissuto sulla propria pelle la barbarie della violenza di stampo criminale»
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«Ad un mese dall’attentato di Limbadi, in provincia di Vibo Valentia, in cui perse la vita Matteo Vinci, apprendiamo con stupore che Rosaria Scarpulla, la coraggiosa madre della vittima, è a tutt’oggi priva di adeguata protezione, e si è vista costretta a lanciare un drammatico appello pubblico al ministro Minniti affinché si provveda a disporre l’affidamento di una scorta». Lo affermano, in una nota congiunta, i parlamentari del M5s eletti in Calabria.

Informazione pubblicitaria

«Riteniamo che lo Stato – è detto nella nota – debba far sentire con prontezza la sua presenza in territori così difficili, a maggior ragione in circostanze simili, e che non sia accettabile avere esitazioni nel garantire tutto il supporto necessario a chi ha vissuto sulla sua propria pelle la barbarie della violenza di stampo criminale, e sta cercando con coraggio di reagire a testa alta. Pertanto facciamo nostro l’appello della signora Scarpulla, invitando il ministro a prendere immediatamente gli opportuni provvedimenti, e più in generale a non sottovalutare il grido di dolore di un intero territorio che ha bisogno di maggiore presenza delle istituzioni».

LEGGI ANCHE: Autobomba di Limbadi: i Ris esaminano la carcassa dell’auto

Autobomba a Limbadi, l’avvocato De Pace: «Rosaria Scarpulla è in pericolo di vita» (VIDEO)

Autobomba di Limbadi, interrogatorio fiume per la madre di Matteo Vinci (VIDEO)

Esplosione a Limbadi: ad uccidere Matteo Vinci è stata un’autobomba (VIDEO)