Sorianello, arrestato il killer di Bruno Lazzaro (NOME)

I carabinieri di Serra San Bruno hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del presunto responsabile dell’omicidio del 27enne colpito da un fendente mortale il 4 marzo scorso. Si tratta di un 19enne del luogo, cugino della vittima

I carabinieri di Serra San Bruno hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del presunto responsabile dell’omicidio del 27enne colpito da un fendente mortale il 4 marzo scorso. Si tratta di un 19enne del luogo, cugino della vittima

Informazione pubblicitaria
Bruno Lazzaro

I carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno, dopo serrate indagini, hanno eseguito nella mattinata odierna, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Vibo Valentia a seguito dei fatti di sangue avvenuti a Sorianello il 4 marzo 2018, quando il 27enne Bruno Lazzaro (in foto in alto) è stato ucciso con un fendente all’addome. L’arrestato è Gaetano Muller, 19 anni, di Sorianello (in foto in basso), già in carcere nell’ambito dell’operazione “Black widows“, scattata nell’aprile scorso. Proprio ieri il Tribunale del Riesame di Catanzaro, in accoglimento di un ricorso dell’avvocato Giuseppe Di Renzo, aveva escluso le aggravanti mafiose per il giovane disponendo la concessione degli arresti domiciliari unitamente alla zia Rosa Inzillo, pure lei coinvolta nell’operazione “Black Widows”. Oggi, quindi, il giovane è finito di nuovo in carcere con l’accusa di omicidio ai danni di Bruno Lazzaro e si trova rinchiuso nel carcere di Vibo Valentia. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà al Comando provinciale dei carabinieri di Vibo Valentia, alle ore 18, alla presenza dei pm che hanno coordinato le indagini. Bruno Lazzaro era nipote di Salvatore Inzillo (fratello della madre di Gaetano Muller) ucciso nel giugno dello scorso anno a Sorianello e ritenuto vicino al clan degli Emanuele. Bruno Lazzaro era quindi cugino di Gaetano Muller (sorelle le madri) ed era anche cugino di Salvatore Lazzaro, il 23enne ucciso il 12 aprile 2013 a colpi di fucile mentre si trovava agli arresti domiciliari nella sua abitazione di località “Fago Savini” di Sorianello. Gaetano Muller è inoltre fidanzato con la figlia di Gaetano Emanuele, quest’ultimo attualmente detenuto a seguito della condanna rimediata nel processo antimafia “Luce nei boschi” quale vertice dell’omonimo clan insieme al fratello Bruno Emanuele. 

LEGGI ANCHE: Operazione “Black Widows”, 19enne di Soriano lascia il carcere

L’omicidio di Lazzaro a Sorianello e tutte le dinamiche criminali nelle Preserre

Omicidio a Sorianello, 27enne ucciso con un fendente all’addome