Spaccio di droga nel Vibonese: aperto a Vibo il processo a 13 anni dai fatti

Approda dinanzi al Tribunale l’operazione “Sister Mary” dopo uno stallo dinanzi al gup durato ben sei anni. Vicina la prescrizione dei reati

Approda dinanzi al Tribunale l’operazione “Sister Mary” dopo uno stallo dinanzi al gup durato ben sei anni. Vicina la prescrizione dei reati

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Aperto dopo ben sei anni di stallo dinanzi al gup, il dibattimento del procedimento penale nato dall’inchiesta antidroga denominata “Sister Mary” condotta nel 2005 dai carabinieri di Serra San Bruno. Il Tribunale di Vibo Valentia, presieduto dal giudice Giulio De Gregorio, dopo aver costituito le parti ha infatti chiarato aperto il processo assegnando un incarico per la trascrizione delle intercettazioni, poste alla base dell’inchiesta, al perito Francesco Baldo. La travagliata storia di tale procedimento penale – a rischio prescrizione – ha travalicato gli stretti confini provinciali avendo accumulato ritardi record. La richiesta di rinvio a giudizio presentata dalla Procura di Vibo Valentia risale infatti al settembre 2011 e dinanzi al gup si sono registrati ben 13 rinvii di fila o per la mancata traduzione in aula di qualcuno degli imputati, o per difetti di notifica agli imputati ed ai loro difensori, oppure per concomitanti impegni di qualche difensore. Concorso in spaccio e detenzione di cocaina e marijuana, con l’aggravante dell’ingente quantità, le accuse mosse a vario titolo agli imputati. Sotto processo si trovano: Piero Sabatino, 36 anni, di Gerocarne (in foto a destra, già condannato nel processo “Luce nei boschi” quale presunto braccio-destro del boss delle Preserre, Bruno Emanuele); Bruno Sabatino, 38 anni, di Gerocarne; Domenico Monardo, 45 anni, di Gerocarne; Girolamo Macrì, 42 anni, di Soriano Calabro; Concetto Trovato, 43 anni, di Lamezia Terme; Daniela Voci, 40 anni, di Catanzaro; Cosimo Passalacqua, 42 anni, di Catanzaro; Lorenzo Idà, 36 anni, di Gerocarne, Francesco De Fina, 41 anni, di Sant’Onofrio; Carmelo Columbro, 56 anni, di Vibo Valentia. Impegnati nel collegio di difesa, gli avvocati: Orecchio, Galeota, Brancia, Sorrentino, Villella, Marchese, Ioppolo, Ganino, Gullo e Rombolà.

Informazione pubblicitaria