Operazione Stammer, sequestro di oltre un milione di euro a carico di Salvatore Pititto

Il provvedimento eseguito dalla Guardia di finanza ha riguardato una ditta individuale, quote societarie, immobili, una autovettura e diversi rapporti bancari e finanziari riconducibili al 48enne di San Giovanni di Mileto

Il provvedimento eseguito dalla Guardia di finanza ha riguardato una ditta individuale, quote societarie, immobili, una autovettura e diversi rapporti bancari e finanziari riconducibili al 48enne di San Giovanni di Mileto

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria del Gico di Catanzaro, coordinati dal procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri e dal pm della Dda Camillo Falvo, hanno dato esecuzione a un provvedimento di sequestro di beni per un valore di oltre un milione di euro, emesso dalla sezione “Misure di Prevenzione” del Tribunale di Vibo Valentia su richiesta della Procura distrettuale. Destinatario della misura è Salvatore Pititto, 48 anni, di San Giovanni Mileto, coinvolto nell’operazione “Stammer”, culminata nel mese di gennaio 2017 con l’arresto di 54 persone, ritenute vicine al clan “Pititto” ed ai Fiarè di San Gregorio d’Ippona, oltre al gruppo di San Calogero guidato da Francesco Ventrici. Le indagini patrimoniali, condotte dagli investigatori del Gico, hanno consentito di attribuire nella disponibilità del 48enne un notevole complesso patrimoniale il cui valore è risultato sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati. Il provvedimento di sequestro interessa una ditta individuale, quote societarie, immobili, una autovettura e diversi rapporti bancari e finanziari il tutto per un valore complessivo stimato in oltre un milione e centomila euro. Salvatore Pititto è stato di recente condannato nell’operazione “Stammer” a 20 anni di reclusione per narcotraffico internazionale al termine del processo di primo grado svoltosi con rito abbreviato. E’ il padre di Alex Pititto, il 15enne condannato l’8 giugno scorso a 14 anni di reclusione per l‘omicidio a Mileto del 16enne Francesco Prestia Lamberti, ucciso a copi di pistola il 29 maggio dello scorso anno. 

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Narcotraffico internazionale dal Vibonese, stangata sugli imputati di “Stammer”: 36 condanne

Omicidio Prestia Lamberti a Mileto, condannato a 14 anni l’imputato reo confesso (VIDEO)

Omicidio di Prestia Lamberti, la mamma: “Mi vergogno di essere italiana”

Narcotraffico: inchiesta “Stammer 2-Melina”, in 30 davanti al gup distrettuale

Stammer, sequestro di beni per oltre 700mila euro a carico di Fortunato Loschiavo di Mileto