Maltempo e frane: chiuse diverse strade nel territorio di Joppolo

Nuova ordinanza del sindaco dopo il nubifragio che ha messo ancora una volta a nudo le fragilità di una zona già duramente colpita a giugno. Crescono i disagi per gli automobilisti

Nuova ordinanza del sindaco dopo il nubifragio che ha messo ancora una volta a nudo le fragilità di una zona già duramente colpita a giugno. Crescono i disagi per gli automobilisti

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Causa enormi danni anche alla circolazione stradale – già provata dalla chiusura da oltre dieci mesi della Strada del Mare – l’ondata di acqua che si è riversata ieri a Joppolo. Il sindaco, Carmelo Mazza, a seguito del nuovo nubifragio che ha colpito il territorio comunale ha infatti deciso con apposita ordinanza di vietare la circolazione veicolare – esclusi i mezzi di soccorso – dal bivio Siroto sino all’intersezione di località Ventura. Resta inoltre in vigore la precedente ordinanza che prevede il divieto di circolazione – pure in questo caso con esclusione dei mezzi di soccorso – dal bivio della stazione ferroviaria verso l’intersezione di via Correa, dal bivio del campo sportivo al torrente Agnone, sulla strada comunale di Caroniti-Preitoni in località “Passo della femmina”. Copia dell’ordinanza è stata trasmessa alla Protezione civile regionale, al prefetto di Vibo, ai carabinieri della Stazione di Joppolo, alla polizia municipale ed all’ufficio tecnico comunale. In queste ore, intanto, il direttore della Protezione civile della Regione Calabria, Carlo Tansi, accompagnato dal presidente della Giunta regionale Mario Oliverio e dal commissario di Calabria Verde, Aloisio Mariggiò, stanno effettuando un sopralluogo nelle aree colpite dal maltempo.                                                                                                                    Sul nubifragio che ha colpito Nicotera e Joppolo, Carlo Tansi ha dichiarato: “Da quando è stata diramata l’allerta arancione abbiamo provveduto a sistemare sacchi di sabbia, circa 1.200, nei punti più critici che si sono aggiunti a quelli posizionati lo scorso giugno quando si verificò un fenomeno analogo. Abbiamo anche provveduto a sgomberare lidi e abitazioni investiti dall’acqua e dal fango. C’è attenzione anche perché sono previste altre piogge. Va detto tuttavia che le cause dei fenomeni che hanno investito le aree di Joppolo e Nicotera sono dovute al fatto che, negli anni ’50, in zona esistevano diversi fossi che sono stati cancellati in conseguenza del boom edilizio che c’è stato. E’ chiaro che quando si verificano precipitazioni particolarmente intense la cancellazione del sistema di drenaggio trasforma queste aree in vere e proprie bombe a orologeria”.         LEGGI ANCHE: Maltempo a Nicotera: ordinanze di sgombero per un lido ed una palazzina

Informazione pubblicitaria

Maltempo, nuovi allagamenti a Nicotera e Joppolo: famiglie bloccate in casa (FOTO/VIDEO)

Maltempo nel Vibonese, oltre trenta interventi dei vigili del fuoco (FOTO/VIDEO)

Il maltempo imperversa nel Vibonese, allagamenti e frane a Tropea e Zambrone (FOTO-VIDEO)