Litiga con la moglie e si scaglia contro il figlio di 7 mesi, scarcerato

Arresto convalidato dal gip del Tribunale di Vibo che ha imposto quale misura cautelare l’allontanamento immediato dalla casa familiare

Arresto convalidato dal gip del Tribunale di Vibo che ha imposto quale misura cautelare l’allontanamento immediato dalla casa familiare

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Arresto convalidato per il reato di lesioni aggravate ma non per quello di maltrattamenti in famiglia perché manca l’abitualità. Lascia in ogni caso il carcere per la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare sita a Vibo, Z.Z., 29enne di nazionalità cinese, arrestato mercoledì dai carabinieri con l’accusa di essersi scagliato prima contro la moglie e poi contro il figlio di sette mesi che ha riportato lesioni guaribili in sette giorni. Il gip del Tribunale di Vibo Valentia, Pia Sordetti, ha imposto all’uomo – difeso dall’avvocato Diego Brancia – di lasciare immediatamente la casa familiare e di non accedervi senza l’autorizzazione del giudice. Era stata la moglie a chiamare i carabinieri intervenuti prontamente sul posto per bloccare l’uomo e accompagnare l’ambulanza per il ricovero del bimbo il ospedale. 

Informazione pubblicitaria