Elezioni provinciali a Vibo, da domani al via la presentazione delle liste

Voto disgiunto per il presidente e il Consiglio che avranno una diversa durata dei mandati. Si vota il 31 ottobre dalle ore 8 alle ore 20

Voto disgiunto per il presidente e il Consiglio che avranno una diversa durata dei mandati. Si vota il 31 ottobre dalle ore 8 alle ore 20

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Potranno pervenire all’Ufficio elettorale della Provincia di Vibo Valentia da domani e sino alle 12 di giovedì 11 ottobre le candidature al consiglio provinciale ed alla presidenza dell’Ente. Entro il 16 ottobre verranno poi esaminate dall’organismo preposto e, quindi, pubblicate sul sito internet dell’Ente con i candidati definitivamente ammessi. Tra il 27 e il 30 di ottobre, infine, l’ufficio elettorale della Provincia effettuerà la verifica del corpo elettorale e apporterà le eventuali modifiche tenendo eventualmente conto delle cessazioni dalla carica di consiglieri comunali e sindaci o di eventuali dimissioni con integrazione di consiglieri e sindaci nel frattempo eletti, visto che il 21 ottobre si voterà per le amministrative nei Comuni di Nicotera e Tropea. Le votazioni per le elezioni provinciali si svolgeranno il 31 di ottobre, dalle ore 8 alle ore 20. Il Consiglio provinciale durerà in carica due anni, mentre il mandato del presidente sarà quadriennale. Sono eleggibili a consigliere provinciale i sindaci e i consiglieri comunali; a presidente della Provincia i sindaci del Vibonese il cui mandato scada non prima di 12 mesi dallo svolgimento delle elezioni. Le due elezioni saranno svincolate tra loro. Pertanto, se un candidato a presidente non risulterà eletto non entrerà in Consiglio provinciale. Le liste dei candidati al consiglio provinciale dovranno essere composte da un massimo di 10 consiglieri, in quanto la provincia di Vibo Valentia rientra nella fascia di popolazione inferiore ai 300mila abitanti. Nelle liste dei candidati al consiglio provinciale nessuno dei due sessi potrà essere rappresentato in misura superiore del 60% del numero dei candidati. L’Ufficio elettorale è tenuto a calcolare l’indice di ponderazione del voto degli elettori dei Comuni di ciascuna fascia demografica, secondo quanto disposto dalla Legge numero 56 del 2014. Il calcolo dell’indice di ponderazione dovrà escludere la popolazione dei Comuni commissariati e tenere conto degli elettori al momento dell’elezione. Le operazioni di scrutinio saranno avviate alla chiusura del seggio elettorale o rinviate alle ore 8 del giorno successivo. Lo stesso giorno delle operazioni di scrutinio o al massimo il giorno dopo l’Ufficio elettorale procederà, infine, alla proclamazione degli eletti.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEOliverio e gli “ex” in aeroporto, il Pd vibonese sbotta: «Mai più con chi ha tradito»

Elezioni provinciali, Oliverio incontra gli “ex” per salvare l’alleanza con il Pd

Elezioni provinciali, l’appello di Lo Schiavo: «Chi è per l’alternativa si faccia avanti»

Provinciali, il Pd chiude le porte ai “traditori”: l’unità del “centrosinistra” verso il naufragio

Elezioni provinciali, il gruppo degli “ex” esce allo scoperto e “chiama” il Pd

Elezioni provinciali a Vibo, De Nisi rompe con l’interpartitica e si riavvicina al centrosinistra

Provinciali a Vibo, dal Pd parte l’appello agli «amministratori validi e appassionati»