Carabinieri, il maggiore Dario Solito lascia la Compagnia di Tropea – Video

Cambio della guardia al vertice del Comando. L’ufficiale tarantino, che ha risolto sei casi di omicidio in poco più di un anno, destinato alla Cecchignola di Roma. Ecco chi prenderà il suo posto  

Cambio della guardia al vertice del Comando. L’ufficiale tarantino, che ha risolto sei casi di omicidio in poco più di un anno, destinato alla Cecchignola di Roma. Ecco chi prenderà il suo posto  

Informazione pubblicitaria
Dario Solito al Comando provinciale di Vibo
Informazione pubblicitaria

E’ tempo di saluti alla Compagnia dei carabinieri di Tropea. Il maggiore Dario Solito, dopo due anni di attività, lascia il Comando della Compagnia cittadina, per andare a dirigere la Polizia militare del Comando di formazione, specializzazione e dottrina dell’Esercito, alla caserma della Cecchignola a Roma. Trentacinque anni, originario di Taranto, Solito si lascia alle spalle un’esperienza importante: sei delitti, tutti risolti, e tre tentati omicidi che si sono consumati nel vasto territorio di competenza della Compagnia di Tropea che comprende tra gli altri i comuni di Ricadi, Spilinga, Zungri, Parghelia, Nicotera, Limbadi e Joppolo. Grazie alle sue indagini è stata fatta luce sull’autobomba di Limbadi che ha ucciso Matteo Vinci ferendo il padre. E ancora luce sul far west di Nicotera e Limbadi dove, per mano di un killer reo confesso, Ciko Olivieri, sono morti due anziani. Dall’omicidio del giovane Stefano Piperno a Nicotera, all’uccisione di Soumaila Sako, il migrante freddato a colpi di fucile nell’ex Fornace di San Calogero fino alla sparatoria di Giuseppe Olivieri in spiaggia a Nicotera costata la vita a Francesco Timpano. «Delitti che non sono rimasti impuniti, grazie – ha sottolineato il maggiore – al costante supporto del Comando provinciale di Vibo Valentia e del Ros. Al posto di Dario Solito arriverà a Tropea il capitano Nicola Alimonda, proveniente dal Nucleo investigativo di Palermo.

Informazione pubblicitaria