Duplice omicidio di Davoli, sottoposto a fermo il killer reo confesso

Giuseppe Gualtieri ha reso piena confessione nel corso di un lungo interrogatorio. Ritrovato il fucile utilizzato per uccidere l’ex moglie e il suo nuovo compagno. Si cerca ancora la pistola gettata in un dirupo

Giuseppe Gualtieri ha reso piena confessione nel corso di un lungo interrogatorio. Ritrovato il fucile utilizzato per uccidere l’ex moglie e il suo nuovo compagno. Si cerca ancora la pistola gettata in un dirupo

Informazione pubblicitaria
La tabaccheria in cui si è consumato il duplice omicidio
Informazione pubblicitaria

E’ stato sottoposto a fermo Giuseppe Gualtieri, il 51enne ritenuto l’autore del duplice omicidio di Francesca Petrolini, di 53 anni, e del compagno Rocco Bava (43), lavaggista di Simbario, uccisi l’antivigilia di Natale nella tabaccheria di proprietà della donna a Davoli superiore. Il fermo è stato eseguito dai carabinieri in esecuzione di un provvedimento emesso dalla magistratura al termine di un lungo interrogatorio iniziato ieri dopo che l’uomo è stato rintracciato, dopo una nottata di ricerche, a casa di un amico a Davoli. I sospetti dei carabinieri si sono concentrati subito sul 51enne, ex marito di Francesca Petrolini. Gualtieri, infatti, non accettando l’idea della fine della relazione con Francesca, aveva iniziato a perseguitarla e l’aveva anche minacciata. Ai carabinieri ha reso una “confessione piena” ammettendo le proprie responsabilità nel corso dell’interrogatorio cui è stato sottoposto, alla presenza del suo legale, dal pm del Procura di Catanzaro Chiara Bonfadini che ha operato con il coordinamento del procuratore Nicola Gratteri ed il procuratore aggiunto Vincenzo Capomolla. L’uomo ha spiegato il suo gesto con la non accettazione della nuova relazione sentimentale avviata dalla ex moglie da cui Gualtieri era separato legalmente da quasi un anno. Sono state chiarite anche le modalità di esecuzione del delitto, messo a segno con un fucile – rinvenuto a seguito di perquisizione – e con una pistola gettata successivamente in un dirupo e per la quale sono ancora attive le ricerche. Nelle operazioni di ricerca sono stati impiegati decine di carabinieri della Compagnia di Soverato e del Reparto operativo del Comando provinciale di Catanzaro.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE Duplice omicidio a Davoli, uccisi un 43enne di Simbario e la sua compagna

Duplice omicidio di Davoli, l’ex marito della donna principale indiziato

Duplice omicidio di Davoli, rintracciato il presunto autore