Mancata relazione di fine mandato, sanzione per l’ex sindaco di Mileto

Ingiunzione di pagamento nei confronti di Domenico Antonio Crupi per i ritardi nell’espletamento di alcuni obblighi di legge 

Ingiunzione di pagamento nei confronti di Domenico Antonio Crupi per i ritardi nell’espletamento di alcuni obblighi di legge 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ammonta a 3.764 euro la sanzione amministrativa pecuniaria che l’ex sindaco di Mileto, Domenico Antonio Crupi, dovrà versare nelle casse comunali. Il “regalo di Natale” è stato recapitato nelle all’ex inquilino di Palazzo dei normanni dall’attuale commissario prefettizio Sergio Raimondo e dal segretario generale Marina Petrolo. Alla base della deliberazione del Comune, la violazione dell’articolo 4, comma 6 del decreto legislativo 149 del 2011, riguardante il mancato invio in tempo utile della relazione di fine mandato agli organi competenti. L’amministrazione Crupi era stata sciolta nel gennaio del 2018, in conseguenza delle dimissioni inoltrate dalla maggioranza dei consiglieri comunali. In quel caso, il Comune era tenuto a sottoscrivere la relazione e a certificarla entro 20 giorni dal provvedimento di indizione delle elezioni, svoltesi il 10 giugno 2018, e ad inoltrarla nei tre giorni successivi alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti. Nel caso specifico di Mileto, la relazione di fine mandato doveva essere redatta e sottoscritta entro il 18 aprile 2018 e inoltrata alla Regione entro i tre giorni successivi. Invece, il primo adempimento è stato effettuato dal commissario prefettizio dell’epoca solo il 3 maggio, mentre l’invio della pratica alla sezione di controllo è avvenuta il giorno dopo. La Corte dei Conti, al riguardo, ha stabilito che in caso di “mancato adempimento degli obblighi di cui all’articolo 4, del decreto legislativo numero 149 del 2011”, è il sindaco “che subisce una sanzione e la corrispondente decurtazione della propria indennità”. Da qui l’ingiunzione di pagamento nei confronti di Crupi, chiamato a versare entro 30 giorni dalla data di notificazione dell’atto la somma di 3.764 euro. Dopo il danno, la beffa per l’ex sindaco di Mileto, già di per sé “scottato” dalla fine ingloriosa della propria consiliatura.      LEGGI ANCHE: Mileto, Arena si candida a sindaco e due ex assessori lasciano l’associazione

Informazione pubblicitaria

Rifiuti e lavoro a Mileto e Briatico, la ditta Muraca respinge le accuse

Comunali a Mileto, Antonio Arena si candida a sindaco

Interdittiva antimafia sospesa per cooperativa di Mileto che si occupa di migranti