“Cimitero” di auto scoperto a Limbadi, scatta il sequestro. Denunciato l’autore

Discarica abusiva rinvenuta dai carabinieri. L'uomo dovrà rispondere di reati in materia ambientale per avere abbandonato decine di carcasse e motori

Discarica abusiva rinvenuta dai carabinieri. L'uomo dovrà rispondere di reati in materia ambientale per avere abbandonato decine di carcasse e motori

Informazione pubblicitaria
La discarica sequestrata
Informazione pubblicitaria

Un appezzamento di terreno completamente adibito a discarica abusiva di automobili è stato scoperto e sequestrato dai carabinieri della Compagnia di Tropea guidata dal capitano Nicola Alimonda. Il fatto è avvenuto ieri mattina a Limbadi, dove i militari della locale stazione, nel corso di un servizio di controllo, si sono addentrati in una vallata raggiungibile solo percorrendo diverse strade interpoderali, per poi scoprire, appunto, un’area di circa 1400 mq che nel tempo è divenuta un cimitero di numerose carcasse di autovetture. Una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto in cui oltre ai veicoli si trovavano numerosissimi rifiuti pericolosi quali parti di carrozzeria e motori smontati.

Informazione pubblicitaria

Nonostante le difficoltà di raggiungimento, a seguito di minuziosi accertamenti i carabinieri hanno identificato l’autore della discarica in questione in R.G., di 36 anni, il quale è stato deferito alla autorità giudiziaria per i reati previsti in materia di discarica abusiva e per la gestione illecita di veicoli fuori uso. L’area è stata sottoposta a sequestro in attesa delle determinazioni della magistratura vibonese e del futuro risanamento.

LEGGI ANCHEReati contro l’ambiente, scoperta discarica abusiva a Filandari

Canne, rifiuti e… pedalò: così il torrente Bravo è diventato una discarica