Carattere

Il titolare di una ditta operante nella vendita all’ingrosso di carni è stato denunciato per omessa dichiarazione dei redditi e distruzione di documenti contabili

Cronaca

Il Gruppo della Guardia di Finanza di Vibo Valentia, all’esito di lunghe e complesse investigazioni di polizia economico-finanziaria, ha concluso una verifica fiscale nei confronti di una ditta individuale operante nel settore della vendita all’ingrosso di carni. Nel corso dell’ispezione, coordinata dal Comando provinciale, i finanzieri hanno altresì attivato l’istituto della “cooperazione di mutua assistenza amministrativa” con altri Paesi, che permette di richiedere ad organismi collaterali esteri l’acquisizione di fatture ed altri documenti fiscali relativi alle operazioni commerciali intracomunitarie intercorse. In tale contesto, grazie ai risultati raccolti, nonostante il tentativo della ditta di ostacolare l’accertamento mediante l’occultamento delle scritture contabili, le Fiamme gialle hanno ricostruito, dall’anno 2013 al 2018, un volume d’affari e ricavi complessivo di circa 2,5 milioni ed un’evasione delle imposte, non versate, di circa 1,5 milioni di euro. Il titolare è stato, quindi, denunciato alla locale Procura della Repubblica, per aver occultato e distrutto i documenti contabili e per aver omesso di presentare la dichiarazione dei Redditi, Iva ed Irap. 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook