martedì,Agosto 9 2022

Vibo, altra aggressione all’ospedale: paziente muore e i congiunti si scagliano contro i medici

Sul posto le forze dell’ordine e il direttore sanitario dell'Asp Antonio Talesa

Vibo, altra aggressione all’ospedale: paziente muore e i congiunti si scagliano contro i medici

Nuova aggressione al Pronto soccorso dell’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia. Dopo l’episodio avvenuto qualche giorno addietro ai danni di una dottoressa, che prestava servizio proprio al Pronto soccorso del locale nosocomio, stamani sono stati presi di mira un medico, Maurizio Guastalegname, un operatore sanitario e un addetto all’obitorio. Dalle prime informazioni, responsabili dell’aggressione sarebbero stati i familiari di un paziente ricoverato in malattie infettive, poi deceduto. 
Secondo una prima ricostruzione, il dottore Guastalegname sarebbe uscito dal reparto per comunicare il decesso dell’80enne per le complicanze dovute al Covid. A quel punto, uno dei familiari del paziente avrebbe dato uno schiaffo al medico in pieno volto mentre altri parenti sarebbero scesi nel reparto di Ortopedia, qui avrebbero prelevato una stampella e con questa avrebbero poi colpito più volte il dottore e l’addetto all’obitorio. Sul posto le forze dell’ordine e il direttore sanitario dell’Asp di Vibo Valentia Antonio Talesa.

Visibilmente scosso il medico Guastalegname che si trovava al momento in pronto soccorso per le cure del caso: «Impossibile lavorare in queste condizioni, più che le ferite fisiche sono i gesti che fanno male».

LEGGI ANCHE: Aggressione al Pronto soccorso di Vibo: «Potenziare il posto fisso di polizia e la vigilanza»

LEGGI ANCHE: Tensione alle stelle all’ospedale di Vibo, aggredita una dottoressa

top