mercoledì,Giugno 29 2022

Lotta alla ‘ndrangheta nel Vibonese, il generale Galletta plaude ai reparti dell’Arma – Foto

Giornata ricca di incontri da parte del nuovo comandante interregionale dei carabinieri “Culqualber” con il personale

Lotta alla ‘ndrangheta nel Vibonese, il generale Galletta plaude ai reparti dell’Arma – Foto
La visita del generale Riccardo Galletta

Il generale di corpo d’armata Riccardo Galletta, dallo scorso 12 gennaio nuovo comandante interregionale carabinieri “Culqualber” – comando di vertice alle cui dipendenze ricadono le Legioni Calabria e Sicilia – nella giornata di oggi ha fatto visita ai carabinieri della componente territoriale e forestale di Vibo Valentia, dello Squadrone Eliportato, del 14º Battaglione, dell’8º Nucleo Elicotteri, del Nucleo ispettorato del lavoro e ad una rappresentanza dell’Associazione nazionale carabinieri. Una giornata ricca di incontri con il personale per rendere le congratulazioni per gli «importanti risultati conseguiti nella lotta alla ‘ndrangheta», non mancando di sottolineare come il valore del carabiniere sia il «francobollo di terra di ogni territorio. Una provincia bellissima dal punto di vista paesaggistico quella di Vibo Valentia. Queste sono terre dove il carabiniere si fa all’antica e dal punto di vista professionale si acquisisce un quid pluris che non si trova in altre latitudini». [Continua in basso]

Il generale ha voluto esprimere il proprio compiacimento ai reparti dell’Arma della provincia per i «lusinghieri risultati sin qui ottenuti e l’incessante impegno che anche in queste ultime settimane, con il coordinamento delle Procure interessate, ha consentito di mettere a segno importanti risultati nella lotta alla criminalità sotto ogni sua forma». Il comandante di vertice ha anche fatto visita al prefetto Roberta Lulli e al presidente del Tribunale Antonio Erminio Di Matteo. Durante gli incontri, il generale ha ricevuto il plauso delle autorità per l’abnegazione e la costante presenza dei carabinieri e garantito, anche per il futuro, pronta e totale disponibilità. Spirito di appartenenza e lavoro di squadra – per consolidare la ritrovata vicinanza della popolazione e soddisfarne le crescenti aspettative e richieste di legalità – sono il monito lasciato dal generale ai “suoi” carabinieri.

Articoli correlati

top