Migranti, ancora uno sbarco a Vibo Marina: arriva la “Phoenix”

A bordo 414 persone salvate nel Mediterrano centrale. Dispositivo di prima accoglienza messo a dura prova dal secondo attracco in meno di 72 ore

A bordo 414 persone salvate nel Mediterrano centrale. Dispositivo di prima accoglienza messo a dura prova dal secondo attracco in meno di 72 ore

Informazione pubblicitaria
Un'immagine dell'ultimo sbarco
Informazione pubblicitaria

Nuova nave carica di migranti all’orizzonte del porto di Vibo Marina, che attende, nella giornata di oggi, sabato 3 settembre, l’imbarcazione “Phoenix” dell’organizzazione non governativa Moas con a bordo 414 migranti salvati nei giorni scorsi nel Mediterraneo centrale nel corso di una delle più imponenti operazioni di recupero portate a termine nell’ultimo periodo.

Informazione pubblicitaria

Migranti, lo sbarco della “Dignity I” a Vibo Marina (FOTO/VIDEO)

L’arrivo dell’imbarcazione è previsto nel pomeriggio e rappresenta il secondo sbarco in poco meno di 72 ore nello scalo vibonese. È di mercoledì scorso, infatti, l’approdo della “Dignity I” di Medici Senza Frontiere che ha condotto a Vibo Marina 430 migranti tra i quali 92 minori non accompagnati.

Si profila quindi un nuovo impegnativo banco di prova per la macchina di prima accoglienza già predisposta dalla locale Prefettura, nonché nuove criticità nella gestione di eventuali minori non accompagnati che, com’è noto, resteranno in capo al Comune di Vibo Valentia che dovrà provvedere a sistemarli nelle strutture accreditate. Problematica soprattutto la destinazione provvisoria all’interno del palazzetto dello sport di Vibo Marina che è ormai saturo dopo gli ultimi sbarchi.

Sbarchi a Vibo Marina, il Sap denuncia: «Misure sanitarie insufficienti»

Non si conosce ancora il numero dei minori non accompagnati che arriveranno a bordo della “Phoenix”, imbarcazione sulla quale hanno trovato scampo gli occupanti di quattro diversi natanti tra cui 2 gommoni che si stavano sgonfiando in alto mare.