Piani di protezione civile, c’è anche Maierato

L’ex sindaco Sergio Rizzo corregge i dati diffusi dalla Protezione civile citando la delibera di approvazione dell’importante strumento di gestione delle calamità naturali

L’ex sindaco Sergio Rizzo corregge i dati diffusi dalla Protezione civile citando la delibera di approvazione dell’importante strumento di gestione delle calamità naturali

Informazione pubblicitaria
La frana di Maierato
Informazione pubblicitaria

Non sono solo quattro i Comuni del Vibonese ad essersi messi in regola con le norme relative all’adozione di Piani di protezione civile da mettere in pratica in caso di calamità naturali. Oltre a Serra San Bruno, Fabrizia, Polia e Zambrone, ad essersi dotato dello strumento utile a definire le procedure da seguire in caso di emergenza vi è anche il Comune di Maierato.

Informazione pubblicitaria

Piani di protezione civile, nel Vibonese “macchia nera” e a Vibo Lo Schiavo presenta un ordine del giorno

A riferirlo vi è l’ex sindaco del piccolo centro già assurto agli onori della cronaca proprio per un drammatico fenomeno che ha messo a dura prova il territorio, ovvero l’enorme fronte di frana creatosi nel 2010 a ridosso del centro abitato.

Maierato è dunque, assicura Rizzo fornendo copia della delibera di approvazione dello stesso piano (la n. 23/2013 datata dicembre 2013), da ritenersi escluso dalla lista stilata dalla Protezione civile che individua nel Vibonese l’area più critica sul fronte della prevenzione dei rischi connessi ai fenomeni naturali pur ricadendo, ad esempio, nell’area di maggior rischio dal punto di vista sismico.

Dissesto idrogeologico, cresce la preoccupazione a Maierato – FOTO

Nei rilevamenti proposti dalla stessa Prociv il Vibonese appare infatti come una grande macchia nera in cui su 50 comuni solo 4 hanno proceduto all’approvazione dei piani. Si scopre dunque che in realtà i Comuni sono 5 ma potrebbero tranquillamente essere di più e magari non essere stati ricompresi nel rilevamento a causa di anomalie o ritardi nella trasmissione dei dati ai competenti uffici.