Dissesto idrogeologico, cresce la preoccupazione a Maierato – FOTO

Preoccupanti fenomeni si ripetono ogni qualvolta le precipitazioni aumentano d’intensità. Il costruendo anfiteatro seriamente danneggiato dai 30 millimetri di pioggia caduti ieri

Preoccupanti fenomeni si ripetono ogni qualvolta le precipitazioni aumentano d’intensità. Il costruendo anfiteatro seriamente danneggiato dai 30 millimetri di pioggia caduti ieri

Informazione pubblicitaria
L'anfiteatro di Maierato danneggiato dalle pioggie
Informazione pubblicitaria

Massima allerta a Maierato per i fenomeni di dissesto che si verificano puntualmente allorquando le precipitazioni piovose aumentano d’intensità. Come accaduto in occasione dei fenomeni temporaleschi registratisi nel corso del mese di agosto ma anche ieri quando i pluviometri hanno registrato un livello di pioggia superiore ai 30 millimetri.

Informazione pubblicitaria

Disagi si sono verificati nel centro abitato dove alcuni tombini sono saltati e l’acqua ha invaso strade, cunette e campi. Nessun episodio di allagamento nelle case, fortunatamente, in questa occasione, a differenza di quanto accaduto il 9 agosto scorso.

Le circostanze hanno comunque fatto scattare le operazioni di messa in sicurezza gestite direttamente dal Comune che, data anche l’assenza di Vigili del fuoco e Protezione civile (impegnati su altri fronti), ha gestito le criticità con i proprio operai e con il supporto di alcuni volontari.

Maltempo. Paura a Maierato, abitazioni e strade allagate nel Vibonese

A subire i maggiori danni il cantiere dell’anfiteatro comunale che già era stato gravemente interessato dai precedenti nubifragi. I danni, in fase di stima, sarebbero ingenti, così come fortemente danneggiate dalla pioggia sarebbero anche diverse attività agricole presenti sul territorio comunale.

Sorvegliata speciale è, evidentemente, l’area della famigerata frana che nel 2010 ha radicalmente modificato la morfologia del territorio. Il timore è che quel fenomeno, e le successive operazioni di messa in sicurezza, abbiamo in qualche modo modificato il corso delle acque meteoriche facendole convergere con maggiore intensità verso il centro abitato. Rispetto a questa preoccupante situazione il sindaco Danilo Silvaggio ha chiesto alla Regione di prevedere nuovi standard di sicurezza per il territorio.