martedì,Giugno 18 2024

Motore non conforme, sequestrato un peschereccio a Vibo Marina

La Guardia costiera ha anche denunciato alla Procura della Repubblica il comandante della

Motore non conforme, sequestrato un peschereccio a Vibo Marina

La Guardia costiera di Vibo Marina, nell’ambito delle ordinarie attività di controllo lungo la filiera della pesca, ha accertato difformità sull’apparato motore installato a bordo di un peschereccio appartenente alla marineria vibonese. All’esito dell’attività ispettiva condotta a bordo del motopeschereccio è stata rilevata la non conformità dell’apparato di propulsione installato rispetto a quello certificato sulla documentazione di bordo. Alla luce di ciò, il comandante è stato deferito alla Procura di Vibo Valentia per aver violato la normativa in materia di sicurezza della navigazione, mentre il peschereccio è stato sottoposto a sequestro penale e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. Le caratteristiche dell’apparato motore di un peschereccio costituiscono un elemento fondamentale per le attività connesse alla cattura di specie ittiche, poiché incidono in maniera significativa sul cosiddetto sforzo di pesca, ovvero sulla quantità teorica di prodotto ittico che un motopeschereccio può catturare con un determinato attrezzo. Nei prossimi giorni, questa tipologia di controllo proseguirà sulla flotta peschereccia del Compartimento Marittimo di Vibo Marina, al fine di verificare il rispetto delle norme poste a tutela della sicurezza della navigazione ed a salvaguardia degli stock ittici.

LEGGI ANCHE: Turisti tratti in salvo dalla Guardia costiera nelle acque di Tropea

top