venerdì,Luglio 19 2024

Gli affari della ‘ndrangheta a Roma: anche 4 vibonesi tra gli indagati nella maxi operazione della Dia – NOMI

Tra gli arrestati figurano anche i figli di un ex boss della Magliana e di Senese, capo della camorra nella Capitale. Le intercettazioni e il coinvolgimento delle cosche calabresi

Gli affari della ‘ndrangheta a Roma: anche 4 vibonesi tra gli indagati nella maxi operazione della Dia – NOMI

Ci sono anche quattro vibonesi tra i 57 indagati nell’ambito della maxi indagine della Dia e di Dda della Capitale che ha portato all’esecuzione questa mattina di 18 misure cautelari. L’operazione ha portato alla luce gli affari di ‘ndrangheta e camorra nella Capitale. «Perché la politica là è la mafia, là se vai a Roma politici onorevoli tutti corrotti… perché è proprio la politica di Roma che è così», affermano, in una intercettazione citata nell’ordinanza cautelare, due indagati. Tra gli arrestati anche Antonio Nicoletti, figlio dell’ex esponente della banda della Magliana Enrico, e Vincenzo Senese, figlio di Michele ritenuto il capo della camorra a Roma. Raggiunto da misura anche Roberto Macori, legato alla «destra eversiva romana, all’ombra di Massimo Carminati, è divenuto prima l’alter ego di Gennaro Mokbel, per poi legarsi a Michele Senese».
Tra le persone indagate anche Domitilla Strina, la figlia di Anna Betz nota come Lady Petrolio e già coinvolta in altre indagini, e l’ex calciatore Giorgio Bresciani. Il dialogo, scrive il giudice, «sintetizza in maniera esaustiva l’essenza del sistema capitolino». Un «sistema amalgamatosi nel tempo» degli interessi delle «associazioni di tipo mafioso che si muovono nell’area metropolitana capitolina. Roma – aggiunge il gip – storicamente rappresenta il punto di contatto tra imprenditori, politica e mafie».

Leggi anche ⬇️

Scrive il gip nel dispositivo: «Le indagini, poi, hanno consentito di far emergere convergenze anche di altre strutture mafiose come il clan dei Casalesi e le cosche di ‘ndrangheta Morabito, Mancuso e Piromalli».

I calabresi indagati nell’inchiesta antimafia a Roma

Di seguito i nomi degli indagati calabresi, tra cui figurano anche quattro vibonesi.

Francesco Addesi, nato a Soriano Calabro (VV) l’11.01.1991;
Girolamo Audino, nato a Cittanova (RC) il 19.10.1963;
Andrea Betrò, nato a Tropea (VV) il 16.07.1983;
Antonio Cristofer Brigandì, nato a Vibo Valentia il 21.03.1993;
Sergio Gangemi, nato a Reggio Calabria il 17.08.1974;
Giuseppe Mario Grillo, nato a Mileto (VV) il 20.08.1966;
Nicolò Sfara, nato a Locri (RC) il 12.05.1994

Leggi l’articolo completo su LaC News24

top