Armi e munizioni in casa, arrestato 39enne a Longobardi

I carabinieri di Vibo Marina hanno scovato nell’abitazione dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine, un revolver con matricola abrasa e 57 proiettili
I carabinieri di Vibo Marina hanno scovato nell’abitazione dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine, un revolver con matricola abrasa e 57 proiettili
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Una pistola revolver nascosta in un borsone all’interno di un armadio e 57 proiettili occultati nella tasca di un giubbotto e in un contenitore nella cucina. È quanto scoperto dai carabinieri della stazione di Vibo Marina nella frazione Longobardi in casa di un 39enne già noto alle forze dell’ordine, Alberto Marchese, nel corso di una perquisizione domiciliare. L’uomo è stato quindi arrestato con l’accusa di detenzione illegale di arma clandestina. In particolare nel corso della perquisizione nell’appartamento, ubicato al piano terra nel centro abitato di Longobardi, i militari dell’Arma hanno trovato una pistola revolver calibro 22 con matricola abrasa e relativo munizionamento. Mentre l’arma era stata occultata in un armadio, le munizioni erano state suddivise e nascoste dentro un giubbotto e sotto alcuni stracci in un contenitore della cucina. Espletate le formalità di rito, il 39enne è stato arrestato e trasferito presso la casa circondariale di Vibo a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Informazione pubblicitaria