Coronavirus, 40 auto bloccate a Villa San Giovanni

Paralizzato il traffico delle merci con i tir. Forze dell’ordine in assetto antisommossa. Autocertificazioni ritenute non valide per transitare in Sicilia
Paralizzato il traffico delle merci con i tir. Forze dell’ordine in assetto antisommossa. Autocertificazioni ritenute non valide per transitare in Sicilia
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Traffico merci paralizzato e tensione alle stelle a Villa San Giovanni con quaranta auto bloccate e circa 80 persone a bordo fra cui una ventina di ragazzi e bambini. Le forze dell’ordine non hanno ritenuto valide le autocertificazioni necessarie per circolare. Polizia, carabinieri e guardia di Finanza stanno letteralmente blindando gli accessi ai traghetti. Posti di blocco quasi ovunque ed è praticamente impossibile avvicinarsi alla zona degli imbarcaderi.

Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, ha attraversato lo Stretto su una nave della Caronte & Tourist per sincerarsi della situazione per poi tornare indietro (nonostante il divieto di spostamento da un comune ad un altro in tutta Italia) e continuare nella sua personale “campagna” che già ieri aveva portato al blocco di alcuni viaggiatori.

In attesa che la Prefettura di Reggio Calabria decida come procedere per chi non può arrivare in Sicilia, si pone il problema di cosa fare: qual è la misura prevista dai decreti? Si denuncia chi non è autorizzato. E poi? Si rimandano indietro? E dove se c’è gente che ritorna in Sicilia perchè non ha più un tetto sotto il quale dormire per la chiusura al Nord ed all’estero degli alloggi dove prestavano attività quali lavoratori stagionali? Si fanno invece transitare e li si obbliga alla quarantena? Il blocco rischia di creare seri problemi di ordine pubblico se non verrà adottata in tempi brevi una strategia di pronta applicazione e di buon senso.
Della questione è stato interessato il Governo, mentre a breve si dovrebbe svolgere una riunione in video-call fra i presidenti delle due Regioni, Nello Musumeci per la Sicilia e Jole Santelli per la Calabria, per tentare di trovare una soluzione politica alla situazione.

Informazione pubblicitaria