Coronavirus, a Tropea porto e lungomare blindati a Pasqua e Pasquetta

Ordinanza del sindaco Macrì per limitare il transito veicolare e pedonale nei luoghi tradizionalmente meta di passeggiate
Ordinanza del sindaco Macrì per limitare il transito veicolare e pedonale nei luoghi tradizionalmente meta di passeggiate
Informazione pubblicitaria
Tropea

Chiusura al pubblico del porto turistico e interdizione al transito veicolare e pedonale lungo l’intero litorale dal 10 al 13 aprile, con esclusione dei soli residenti. È questo l’ultimo provvedimento adottato dal Comune di Tropea, attraverso un’ordinanza vergata dal sindaco Giovanni Macrì, al fine di evitare assembramenti e limitare la mobilità di mezzi e persone, nelle giornate delle festività pasquali e nel lunedì dell’Angelo, considerata l’emergenza sanitaria in corso. Nel medesimo atto si avvertono i trasgressori che saranno passibili di una sanzione amministrativa pecuniaria da 125 euro a 500 euro. Quindi si dà mandato al Comando di Polizia Municipale e tutte le Forze di Polizia di far osservare l’ordinanza in questione. Anche a Tropea, dunque, si recepiscono le indicazioni impartite dalla Prefettura di Vibo rese note in videoconferenza dal prefetto Francesco Zito che aveva esplicitamente invitato i sindaci ad emettere ordinanze che limitassero la mobilità delle persone nella aree tradizionalmente meta di uscite, specie nelle giornate di Pasqua e Pasquetta.   

Coronavirus, nuove direttive dal Coc di Vibo: stretta sui controlli a Pasqua