domenica,Aprile 18 2021

“Scontro” fra vescovo e Fondazione di Natuzza: Sì alla riforma, ma il direttivo si spacca

Lo statuto sarà modificato, per come chiesto da monsignor Luigi Renzo, solo grazie al voto del presidente Marcello Colloca. Presto la nomina di un commissario ad acta

“Scontro” fra vescovo e Fondazione di Natuzza: Sì alla riforma, ma il direttivo si spacca

Si avvicina l’attesa consacrazione della chiesa della Fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime” di Paravati, inserita all’interno della “Villa della Gioia”. Nel corso della riunione tenuta all’interno della Casa per anziani “Monsignor Pasquale Colloca”, il consiglio d’amministrazione presieduto dall’avvocato vibonese Marcello Colloca ha infatti deliberato l’avvio della riforma dello statutorichiesta dal vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, monsignor Luigi Renzo, propedeutica all’apertura ufficiale al culto del complesso sacro, edificato negli anni su input della mistica Natuzza Evolo, morta nel giorno di Ognissanti del 2009.

Direttivo spaccato. Una decisione sofferta, se è vero che il sostanziale via libera alle modifiche è stato dato con quattro voti a favore e tre contrari. Il direttivo, composto da sei membri, (in virtù delle recenti dimissioni forzate di alcuni consiglieri) nell’occasione si è letteralmente spaccato. Tre sono stati i membri che hanno dato il loro assenso alle riforme, tre quelli che hanno respinto tale eventualità. Fondamentale, nello specifico, è risultato il voto a favore delle riforme espresso dall’avvocato Colloca, il quale in virtù della carica di presidente rivestita è valso doppio.

Deliberata l’adozione delle riforme dello statuto, il direttivo della Fondazione ha conseguentemente chiesto a monsignor Renzo di non procedere all’ulteriore fase di trasmissione alle autorità competenti della revoca del decreto di religione e di culto, attuata dal presule all’indomani della bocciatura delle modifiche sancita da parte dell’assemblea dei soci fondatori dell’ente.

A questo punto, l’iter procedurale prevede le dimissioni del direttivo e la conseguente entrata in scena, su indirizzo dello stesso vescovo, di un commissario ad acta di stretta nomina del Ministero dell’Interno. Un passaggio fondamentale per bypassare il voto dell’organismo assembleare, composto da ben 130 soci fondatori e, quindi, per accorciare i tempi di riforma dello statuto e di consacrazione della chiesa intitolata al “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime”. Un momento, quest’ultimo, particolarmente atteso da migliaia di figli spirituali di “Mamma Natuzza”, gran parte dei quali inseriti all’interno dei cenacoli mariani sparsi e sorti per il mondo su espresso invito della mistica di Paravati.

Anniversario Natuzza: il vescovo Renzo conferma i passi in avanti tra diocesi e fondazione (VIDEO)

“Scontro” fra il vescovo e la fondazione di Natuzza: si avvicina l’accordo tra le parti

Mileto: lettera “confidenziale” di monsignor Luigi Renzo ai cenacoli di Natuzza

Mileto, fiaccolata per il ripristino del decreto di Religione alla Fondazione di Natuzza (VIDEO)

Fondazione di Natuzza: è ancora scontro a Paravati sulla riforma dello Statuto

I finanziamenti alla Fondazione di Natuzza e le inchieste dei magistrati

Fondazione di Natuzza: ecco tutti i particolari eclatanti della decisione del vescovo

Tensioni nella Fondazione di Natuzza: Marcello Colloca nuovo presidente (VIDEO)

Fondazione di Natuzza Evolo: revocato il decreto di culto emesso nel 1999

L’INTERVENTO | Mileto: scontro sullo statuto della Fondazione, la vera sconfitta è Natuzza

Fondazione di Natuzza Evolo: l’assemblea dei soci fondatori boccia le modifiche allo statuto

Articoli correlati

top