‘Ndrangheta: “Imponimento”, restano in carcere gli Stillitani e Tedesco

Il gip di Vibo emette la misura cautelare per l’ex assessore regionale, il fratello e per l’ex consigliere comunale di Vibo e altri cinque indagati. Il gip di Catanzaro ne scarcera quattro
Il gip di Vibo emette la misura cautelare per l’ex assessore regionale, il fratello e per l’ex consigliere comunale di Vibo e altri cinque indagati. Il gip di Catanzaro ne scarcera quattro
Informazione pubblicitaria
Francescantonio Stillitani

Il gip del Tribunale di Vibo Valentia, Marina Russo, non ha convalidato il fermo della Dda di Catanzaro in relazione all’operazione antimafia “Imponimento” esaminando la posizione di sette fermati per i quali ha però emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere. Restano, pertanto, detenuti: Francescantonio Stillitani, 67 anni, di Pizzo, imprenditore ed, ex sindaco di Pizzo ed ex consigliere ed assessore regionale; Emanuele Stillitani, 65 anni, di Pizzo (imprenditore fratello di Francescantonio); Francescantonio Tedesco, 52 anni, di Vibo, residente a Ionadi, architetto ed ex consigliere comunale di Vibo; Massimo Gugliotta, 31 anni, di Curinga; Daniele Prestanicola, 38 anni, di Maierato; Giuseppe Ruccella, 39 anni, di Filogaso; l’ex sindaco di San Gregorio d’Ippona Filippo Ruggiero, 63 anni; Domenico Tripodi, 53 anni, di Portosalvo.
Il gip si è al contempo dichiarata funzionalmente incompetente (essendo i reati aggravati dalle modalità mafiose) ed ha quindi trasmesso gli atti alla Dda di Catanzaro che avrà ora venti giorni di tempo per chiedere al gip distrettuale una misura cautelare. Nel collegio di difesa, gli avvocati: Francesco Sabatino e Marco Messina per Ruccella, Costantino Casuscelli per Prestanicola, Daniele Romeo per Ruggiero, Francesco Izzo e Vincenzo Ioppoli per gli Stillitani, Stefano Luciano per Francescantonio Tedesco, Domenico Soranno per Tripodi, Antonio Muscimarro per Gugliotta. Per l’ex assessore regionale e già sindaco di Pizzo, Francescantonio Stillitani, l’accusa è quella di concorso esterno in associazione mafiosa, tentata estorsione e danneggiamento.  [Continua]

Francescantonio Tedesco
Francescantonio Tedesco

Il gip di Catanzaro, Barbara Saccà, ha invece applicato la misura cautelare in carcere per Vito Chiefari, 47 anni, di Torre Ruggiero, mentre ha disposto la scarcerazione – non convalidando il fermo e non applicando nessuna misuraper: Andrea Dominelli, 32 anni, di Chiaravalle; Giovanni Fabiano, 52 anni, di Chiaravalle, Salvatore Giorgio, 46 anni, di Chiaravalle e Domenico Rigillo, 48 anni, di San Vito sullo Ionio.

LEGGI ANCHE: ‘Ndrangheta: “Imponimento”, in 42 restano in carcere

‘Ndrangheta: ecco tutte le accuse mosse agli Stillitani

“Imponimento”: i voti a Filadelfia, il boss Anello e l’interesse per il senatore Mangialavori

‘Ndrangheta: il sostegno elettorale di tre arrestati per il senatore Mangialavori

Filadelfia: intestazione fittizia con il boss Anello, indagato l’ex consigliere Apostoliti

Il boss Rocco Anello e gli atti alterati al Comune di Parghelia

Operazione Imponimento: indagato un consigliere di Capistrano e il fratello di altro politico

‘Ndrangheta: l’appoggio del clan Anello all’ex presidente della Provincia di Vibo De Nisi