Pesca illegale del tonno rosso, sequestri e sanzioni nel Vibonese

A Parghelia, gli uomini della Capitaneria di Porto di Vibo Marina hanno sequestrato quasi cinque chili di pesce ad un pescatore sportivo, devolvendolo poi ad un ente benefico

A Parghelia, gli uomini della Capitaneria di Porto di Vibo Marina hanno sequestrato quasi cinque chili di pesce ad un pescatore sportivo, devolvendolo poi ad un ente benefico

Informazione pubblicitaria

Gli uomini della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia Marina hanno sorpreso nello specchio acqueo antistante il comune di Parghelia, nel Vibonese, un pescatore sportivo che deteneva, occultati a bordo del proprio natante, vari esemplari di tonno rosso allo stato giovanile. La normativa vigente regolamenta in maniera particolarmente rigida la pesca del tonno rosso, non permettendo la cattura dello stesso al di sotto di una taglia minima fissata in 115 centimetri o, alternativamente, in 30 chilogrammi di peso.  Al trasgressore, che aveva pescato esemplari di tonno rosso per un peso totale di 4.8 chili, è stato elevata sanzione amministrativa di 2.000 euro, oltre che sequestrato quanto era stato pescato. Il tonno sequestrato, a seguito degli accertamenti di rito da parte del personale sanitario dell’Asp di Vibo Valentia, che ne ha attestato l’idoneità al consumo umano, è stato successivamente devoluto in favore di un ente benefico che opera sul territorio. 

Informazione pubblicitaria