Carattere

Non si placano le proteste contro i nuovi parchimetri e la carenza di soluzioni alternative all’acquisto dei “grattini”. Mentre le aree a pagamento proliferano anche quando le auto sono già in sosta “bianca”

Le strisce bianca diventano blu con le auto in sosta
Cronaca

A Vibo Valentia c’è chi, osservando le strisce blu, impreca. Chi, invece, rimanda il conto da presentare alla compagine politica che governa la città alle prossime elezioni amministrative. E c’è pure chi, preferisce ricorrere all’ironia, dopo che un’automobilista maldestra, sfuggitole il controllo della frizione, è finita dentro un negozio, con tutta l’auto, in via Santa Maria dell’Imperio. Eh no, nelle strisce blu nessuno vuole parcheggiare, Facebook dixit. 

Vibo non ci sta, proteste a malumori dilagano. E la tensione a volte finisce fuori controllo. Ne fanno le spese, loro malgrado, gli ausiliari del traffico chiamati controllare i parcometri. Tra occhiatacce e maledizioni. Uno di loro, in centro, a Vibo, appena ieri, se la sarebbe vista brutta. 

In tv, su web e social, sui giornali, le proteste non si fermano. E non ci si fa scrupolo a gridare alle vessazioni di un Comune che pretende sempre ma non dà. Che ha le casse dissestate e vede le aliquote della fiscalità locale al massimo. Che manda bollette salatissime e ora vuole che anche i parcheggi siano pagati. Certo, qualche mosca bianca c’è. Una voce solitaria. Il resto è un coro: abolite questi parcheggi. 

E intanto sono già 220 le multe elevate nel giro di 24 ore ai trasgressori dei parcheggi a pagamento sui quali si è abbattuta implacabile la scure di Vigili e ausiliari al termine del primo periodo di “rodaggio” e di maglie più larghe. Mentre, sulla vicenda, non mancano neppure le soluzioni fantasiose come il tratteggio delle strisce blu con le macchine parcheggiate a bordo strada dentro strisce originariamente di colore bianco. Con grande sorpresa dei proprietari che andranno poi a recuperarle scoprendo che la zona gratuita è nel frattempo divenuta a pagamento. Senza repentino addebito di sanzioni si spera.

Ecco il video postato su Facebook da Filippo Lo Bianco:

LEGGI ANCHE:

Strisce blu a Vibo Marina, associazioni sul piede di guerra (VIDEO)

Vibo, primo giorno con le strisce blu ed è già caos (VIDEO)

La lettera | “Strisce blu” a Bivona: «Perché pagare quando non ci sono servizi?»

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook