martedì,Maggio 18 2021

Vaccinazioni over 80, avviso last-minute per sei comuni vibonesi. Barilaro: «Vergogna»

L’Asp comunica nel pomeriggio il nuovo piano al via domani mattina. Il sindaco di Acquaro contesta la tempistica: «Come si fa a convocare 479 persone in così poco tempo?»

Vaccinazioni over 80, avviso last-minute per sei comuni vibonesi. Barilaro: «Vergogna»

L’Asp di Vibo Valentia imprime una decisa accelerazione alla campagna vaccinale, annunciando, in una comunicazione inviata oggi alle autorità competenti e a i sindaci, il completamento del piano di vaccinazione degli over 80. Nel farlo, tuttavia, non mancano quelle che appaiono come criticità di non poco conto.

Il calendario, infatti, prevede l’avvio della prima parte della campagna mirata a vaccinare il restante 75 per cento della popolazione over 80 di 14 comuni (il 25 per cento dei quali era già stato vaccinando in precedenza) a partire proprio da domani, giovedì 25 marzo, iniziando da sei comuni, per un totale di 917 persone che dovrebbero convergere, dalle 9 alle 18, nei centri vaccinali di Cessaniti (per Cessaniti, Briatico e rispettive frazioni) e Dasà (per Dasà, Acquaro, Arena, Dinami e rispettive frazioni). Il 30 marzo toccherà alle sedi vaccinali di Filadelfia e Mileto e ad ulteriori 1376 over 80. (Guarda il calendario in basso)

A suscitare malumori però è lo scarso preavviso con cui l’Asp ha dato comunicazione del piano. L’annuncio ai sindaci è stato infatti trasmesso solo nel pomeriggio di oggi. Nello stesso si legge, in particolare, che: «i sindaci riceveranno, a seguire, l’elenco degli anziani over 80 che devono essere vaccinati secondo il calendario vaccinale. Gli stessi, per come già concordato e in collaborazione con i Medici di medicina generale disporranno gli arrivi degli anziani nel centro vaccinale cercando di evitare assembramenti e flussi indiscriminati di anziani». Firmato, il direttore sanitario aziendale Matteo Galletta e il commissario Maria Bernardi.

A contestare apertamente le modalità di comunicazione adottate dall’Asp, e in particolare lo scarso preavviso dato a sindaci, è il primo cittadino di AcquaroGiuseppeBarilaro che, tramite Il Vibonese, si scaglia contro l’Asp chiedendo ufficialmente un rinvio delle vaccinazioni a Dasà e un loro cadenzamento al fine di evitare situazioni di caos e, soprattutto, «per consentirci di avvisare tutti gli aventi diritto che nei quattro comuni sono ben 479, 171 solo nel mio comune. Come si fa a pretendere che si possano informare tutti con un preavviso così ridotto? È una vergogna – ha tuonato Barilaro -, specie quando alla domanda su “chi deve avvisare queste persone?” mi è stato risposto: “ora vediamo come fare”. Ora?!? A poche ore dall’inizio delle vaccinazioni?» incalza il sindaco visibilmente adirato. Quindi, l’annuncio: «Personalmente non mi assumerò la responsabilità di avvisare alcuno se l’Asp non rivede il calendario delle vaccinazioni consentendoci di avere un maggiore preavviso».

Articoli correlati

top