‘Ndrangheta: “Romanzo criminale” tre condanne in Cassazione per il clan Patania

Si tratta degli imputati che avevano scelto di essere processati con il rito abbreviato. Rigettati i ricorsi dei difensori

Si tratta degli imputati che avevano scelto di essere processati con il rito abbreviato. Rigettati i ricorsi dei difensori

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La quinta sezione penale della Cassazione ha rigettato i ricorsi di tre imputati del processo nato dall’operazione antimafia denominata “Romanzo criminale” contro il clan Patania di Stefanaconi e che hanno scelto di essere giudicati con rito abbreviato. Divengono così definitive le condanne a 2 anni ed 8 mesi a testa per Riccardo Cellura, detto Ricky, 35 anni, residente a Cantù (che rispondeva di reati legati alle armi), e per Tony Mazzeo, 44 anni, nativo di San Gregorio d’Ippona, residente a Carugo, in provincia di Como. Pena definitiva a 2 anni e 4 mesi anche per Daniele Bono, di 32 anni, di Sant’Angelo di Gerocarne, collaboratore di giustizia e compagno di Loredana Patania, vedova di Giuseppe Matina (ucciso nel 2012 dal clan Patania) e soprattutto cugina dei fratelli Patania nonché nipote del defunto boss Fortunato Patania (ucciso nel settembre 2011). Anche Loredana Patania ha scelto di collaborare con la giustizia. In primo grado la sentenza era stata emessa dal gup distrettuale di Catanzaro, Assunta Maiore, il 10 luglio del 2015. In Appello le condanne erano poi state confermate il 21 aprile 2016. Altro imputato dell’abbreviato, Damiano Caglioti di 29 anni, di Sant’Angelo di Gerocarne, non aveva presentato ricorso in Cassazione e nei suoi confronti la condanna a 4 anni ed 8 mesi era già divenuta definitiva.La scelta del rito abreviato ha permesso agli imputati di godere di uno sconto di pena pari ad un terzo. I condannati avrebbero avuto rapporti con il clan Patania di Stefanaconi al centro di uno scontro armato nel Vibonese contro il clan Bartolotta (sempre di Stefanaconi) ed il clan dei Piscopisani. Gli imputati sono stati condannati anche alla rifusione delle spese nei confronti delle parti civili: Provincia di Vibo Valentia (avvocato Daniela Fuscà), Comune di Stefanaconi (avvocato Rosario Rocchetto) ed associazione antiraket Alilacco Sos Impresa (avvocato Giuseppe Lavigne). LEGGI ANCHE: ‘Ndrangheta: processo “Romanzo criminale” contro il clan Patania, fissato l’appello

Informazione pubblicitaria

Processo “Romanzo criminale” a Vibo: tre condanne per i Patania

‘Ndrangheta: “Romanzo criminale”, ecco i motivi della sentenza contro il clan Patania

Ndrangheta: “Romanzo criminale” a Vibo, ecco la sentenza per il clan Patania

In foto in alto da sinistra verso destra: Daniele Bono, Riccardo Cellura e Tony Mazzeo