Alta formazione, Conservatorio Torrefranca e Accademia Fidia nell’Accordo di programma regionale

Le due istituzioni, con sede a Vibo e Stefanaconi, beneficeranno del programma della Regione Calabria sostenuto da fondi europei per il potenziamento della didattica e delle infrastrutture

Le due istituzioni, con sede a Vibo e Stefanaconi, beneficeranno del programma della Regione Calabria sostenuto da fondi europei per il potenziamento della didattica e delle infrastrutture

Informazione pubblicitaria
Il Conservatorio "Torrefranca" di Vibo
Informazione pubblicitaria

È stato firmato nei giorni scorsi l’Accordo di programma tra Regione Calabria e Afam (il sistema per l’Alta formazione artistica, musicale e coreutica regionale) per la valorizzazione e lo sviluppo dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica in Calabria. A sottoscrivere l’atto sono stati il presidente Mario Oliverio ed i rappresentanti dei Conservatori “Stanislao Giacomantonio”, “Fausto Torrefranca” di Vibo Valentia, “Francesco Cilea”, dell’Istituto musicale “P. I. Tchaicovski”, delle Accademie delle Belle Arti statali di Catanzaro e Reggio Calabria, dell’Accademia di belle arti “Fidia” di Stefanaconi (foto in basso). Le finalità individuate nell’accordo sono: la definizione e l’attuazione di un programma organico per l’innalzamento dei livelli di competenza, di partecipazione e di successo formativo, la sperimentazione di modelli di valutazione delle competenze acquisite, il potenziamento delle dotazioni infrastrutturali per l’innovazione tecnologica e laboratori di settore, l’ammodernamento delle sedi didattiche.

Informazione pubblicitaria

Le risorse da impiegare afferiscono al Por Calabria Fse e Fesr 2014/2020, al Programma di Azione e coesione complementare alla Programmazione europea 2014/2020. «Annetto grande importanza al protocollo oggi firmato che va a creare le condizioni per un allargamento delle opportunità per i nostri giovani. Stiamo investendo per la cultura – ha detto il presidente Oliverio in occasione della sigla -, ma soprattutto perché i nostri giovani possano avere ed essere messi nelle condizioni di pari opportunità di altre realtà. Abbiamo sottoscritto un protocollo con le università calabresi, oggi con il sistema Afam – ha ricordato ancora – si è scelto di destinare 128 milioni di euro, risorse cui vanno aggiunte le iniziative che stiamo sostenendo attraverso appositi bandi. La nostra principale direzione è quella di garantire il diritto allo studio».

Ad introdurre l’incontro che ha preceduto la firma, la dirigente regionale del Settore Alta formazione e Università, Maria Antonella Cauteruccio, che ha sottolineato come con la sottoscrizione parta il protocollo complessivo di “Calabria alta formazione“, programma che mette insieme tutte le risorse per l’alta formazione, coinvolgendo le realtà interessate nella definizione di progetti utili allo scopo di rafforzarla.