Carattere

Inaugurata la mostra “Del vero e dell’oro, il Barocco da Mattia Preti a Luca Giordano”. Sarà possibile visitarla fino a dicembre

La mostra allestita a Tropea
Cultura

Torna protagonista il Barocco a Tropea. Il Museo diocesano della cittadina tirrenica ha infatti inaugurato ieri la mostra “Del vero e dell’oro, il Barocco da Mattia Preti a Luca Giordano”, in collaborazione con la Delegazione Fai di Vibo Valentia, il Rotary club e il Club per l’Unesco della “Perla del Tirreno”. La mostra ospita pregevoli opere di Gregorio e Mattia Preti, di Francesco Cozza e Luca Giordano, esposte grazie alla disponibilità di Alessandro e Simona Romano Carratelli e di altri collezionisti privati. Tra le opere presentate spiccano “Il trionfo di Galatea” di Luca Giordano e il “Sant’Ambrogio” di Mattia Preti, esempi tangibili della pittura secentesca del sud Italia in cui si fondono le due anime del Barocco: la terra ed il cielo, l’oro ed il vero. L’esposizione va così ad arricchire il già cospicuo patrimonio del Museo diocesano, dov’è possibile ammirare, tre le altre, sculture e tele dello stesso periodo realizzate dal noto artista locale Giuseppe Grimaldi, su cui il Barocco napoletano ha avuto notevole influenza. I visitatori avranno la possibilità di ammirare l’importante rassegna fino al dicembre prossimo, dalle ore 10 alle 13 e dalle 19 alle 24 per i mesi estivi; dalle 10 alle 13 nel periodo autunnale.

LEGGI ANCHE: I turisti premiano Tropea, 30% di presenze in più nella perla del Tirreno

Seguici su Facebook