Estate vibonese | A Piscopio dopo 13 anni torna la “Sagra i l’ortu”

A riproporla è l’associazione MacinaMente. L’intento è quello di far rivivere un apprezzato evento gastronomico, tra musica e arte, tradizione e voglia di stare insieme

A riproporla è l’associazione MacinaMente. L’intento è quello di far rivivere un apprezzato evento gastronomico, tra musica e arte, tradizione e voglia di stare insieme

Informazione pubblicitaria
La locandina dell'evento
Informazione pubblicitaria

L’ultima edizione della “Sagra i l’ortu” si era tenuta nel 2005, ma oggi, a distanza di tredici anni, un gruppo di giovani di Piscopio ha voluto organizzarla in una formula rinnovata ma che strizza l’occhio alla tradizione. Tredici sono anche gli anni nei quali l’evento si è tenuto, pertanto i ragazzi dell’associazione MacinaMente hanno voluto dare continuità a ciò che «per tutti era diventato un appuntamento unico, basato sì sul buon cibo e sui prodotti migliori della nostra terra, ma soprattutto sulla condivisione, sullo stare insieme. Insomma, è stato un momento importante per l’intera comunità, e vuole continuare ad esserlo». L’associazione culturale MacinaMente ha così «il piacere di presentare la quattordicesima edizione della “Sagra i l’ortu”. MacinaMente nasce dalla passione di un gruppo di giovani, con la voglia di dare risposta ai bisogni sociali della comunità – riferiscono i componenti -. L’associazione ha avvicinato tanti giovani al volontariato ed alla condivisione, e vuole essere un contenitore di idee, di proposte e di iniziative, nella speranza che il territorio, non solo di Piscopio, possa risorgere». 

Informazione pubblicitaria

L’associazione vuole riprendere la tradizione di un appuntamento estivo imperdibile, dove ci sarà spazio anche per arte e musica. «La presentazione e preparazione dei piatti vedrà il solo impiego dei genuini prodotti locali, le cui ricette si tramandano di generazione in generazione, sapori e profumi che rimandano alle sane abitudini della campagna – hanno continuato i ragazzi di MacinaMente -. La serata sarà fitta di eventi, e non mancherà la musica dal vivo per divertirsi insieme fino a tarda notte». Questi gli artisti che saranno presenti: dalle ore 20 in piazza San Michele si esibiranno i D.O.C.2, ovvero Vincenzo Mirabello al piano e Massimo Russo alla batteria, mentre a seguire, dalle 22.30, si esibirà il gruppo di musica etnica calabrese Aulos. Nell’altra location, ovvero la Casa della Cultura, si terrà la performance della violinista Francesca Furfaro, ed in contemporanea dalle ore 20 ci sarà l’esposizione dei dipinti dell’artista Alfredo Campagna.