“Fai silenzio ca parrasti assai”, Marisa Manzini presenta il suo libro a Serra San Bruno

L’iniziativa culturale sarà ospitata a Palazzo Chimirri e rappresenta un evento della sessione invernale del SerreinFestival

L’iniziativa culturale sarà ospitata a Palazzo Chimirri e rappresenta un evento della sessione invernale del SerreinFestival

Informazione pubblicitaria
Marisa Manzini nel corso dell'ultima presentazione a Vibo
Informazione pubblicitaria

Marisa Manzini, procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Cosenza, insieme a Giuseppe Gualtieri prefetto di Vibo Valentia, incontreranno domani, martedì 18 dicembre alle ore 10.30, a Serra San Bruno, nella sala del Palazzo Chimirri, gli studenti dell’Istituto superiore “Luigi Einaudi” di Serra San Bruno e la cittadinanza. L’incontro, presieduto da Maria Rosaria Franzè, coordinatrice del SerreinFestival, vedrà la partecipazione di Massimo Marzano, vicario dell’Iis “Einaudi”, Armando Vitale, direttore artitico del festival, Bruno Censore, presidente del festival. Durante la manifestazione, che ricade nell’ambito della sessione invernale del SerreinFestival, verrà presentato il libro scritto da Marisa Manzini “Fai silenzio ca parrasti assai”, un racconto che “vuole fare memoria di alcuni uomini e di alcune donne che sul territorio dove la ‘ndrangheta appariva e appare, forse invincibile, hanno dato prova di coraggio e volontà, dimostrando con la forza della parola, di poter dare un importante contributo al cambiamento”. L’autrice racconterà la sua esperienza, ponendo l’attenzione sulla forza delle parole e sul coraggio della denuncia contro la ‘ndrangheta e il malaffare. Parola e conoscenza, strumenti da fornire alle nuove generazioni “per poter correggere” gli errori del passato. Una grande speranza perché la parola potrà cambiare “il volto oscuro e nascosto di questa meravigliosa terra”.

Informazione pubblicitaria