mercoledì,Ottobre 27 2021

Il vibonese Michelangelo Pugliese approda alla Biennale di Architettura di Pisa

È stato invitato per il suo progetto sulla “Forestazione urbana della città di Prato”, già vincitore del finanziamento della Regione Toscana e di un premio alla Triennale di Milano

Il vibonese Michelangelo Pugliese approda alla Biennale di Architettura di Pisa
L'architetto Michelangelo Pugliese

L’architetto e paesaggista Michelangelo Pugliese, vibonese di nascita e reggino di adozione, approda alla Biennale di Architettura di Pisa 2021, che si terrà dall’8 al 17 ottobre nella città toscana.
Dopo la recente partecipazione alla Biennale di Architettura di Venezia, il professionista ha avuto modo di esporre i recenti progetti sul tema della rigenerazione urbana, ed è stato invitato dal comitato scientifico a Pisa per il suo progetto sulla “Forestazione urbana della città di Prato”, già vincitore del finanziamento della Regione Toscana e del secondo premio al City Brand Landscape, presso la Triennale di Milano. [Continua in basso]

L’architetto, esperto sui temi della forestazione urbana e sulla rigenerazione, ha realizzato recentemente pure in Calabria un progetto di forestazione per Cittanova, anche questo vincitore di finanziamento da parte del Ministero dell’Ambiente e classificatosi tra le prime 13 città in Italia, come migliore pratica.
«Bisogna cominciare a capire che per attrarre finanziamenti importanti, c’è sempre più bisogno di una adeguata progettazione, costruita per tempo e per le reali esigenze della comunità locali che vi abitano. I prossimi mesi saranno decisivi per la Calabria ed il sud Italia ma, bisognerà investire in anticipo in progettazione e competenze», dichiara Pugliese, aggiungendo: «Vi è necessità di bellezza e di meraviglia, per poter costruire i nuovi paesaggi della contemporaneità»

Un periodo, dunque, di importanti soddisfazioni sui temi del paesaggio che l’hanno visto vincitore di diversi premi e riconoscimenti, tra i quali la Medaglia d’oro sulla Rigenerazione urbana in Italia, presso il Festival “Rigenera” di Reggio Emilia (2020) e sempre nello stesso anno, per il premio Architettura e Città, promosso dalla Fondazione Mediterraneo di Napoli, città nella quale insegna presso la Federico II. Suoi progetti sono stati inoltre pubblicati sulle maggiori riviste nazionali ed internazionali, L’Espresso, Lotus International, Topscape, Abitare.

top