martedì,Gennaio 25 2022

A Nicotera la mostra della giovane artista che dipinge l’amore per la sua terra

Il mare e i paesaggi nostrani, ma anche ritratti e rivisitazioni di opere famose nell'esposizione di Elisa Maria Campisi che impreziosisce le festività nella cittadina vibonese

A Nicotera la mostra della giovane artista che dipinge l’amore per la sua terra
Elisa Maria Campisi all'esterno del castello Ruffo

C’è il mare tra i soggetti preferiti di Elisa Maria Campisi, la giovane artista di Nicotera che sta curando una mostra pittorica proprio nella sua cittadina. E non a caso s’intitola “Impressioni marine” l’esposizione dei suoi quadri, che sarà fruibile fino al 6 gennaio nel museo pinacoteca del castello Ruffo di Nicotera. Una piccola sala – l’unica accessibile al pubblico dell’intero complesso, ormai chiuso da anni – che già in passato ha accolto le opere di artisti locali, un luogo poco sfruttato e curato come dimostrano anche le pareti rovinate dalle umidità. Eppure l’arte di Elisa, e il sorriso con cui accoglie i visitatori, è capace di coprire tutto e rendere armonioso l’ambiente. [Continua in basso]

Il mare e la spiaggia di Nicotera Marina, l’affaccio dietro il castello e quello dalla chiesa della Madonna della Scala: sono diversi i panorami locali che si riconoscono sulle tele di Elisa. Quasi 25 anni, una laurea triennale e una magistrale all’accademia di belle arti Fidia di Stefanaconi e una grande passione per l’arte. «Avevo già esposto le mie tele per fare da cornice a concerti ed eventi estivi, ma questa è la mia prima mostra personale e sono felice che si tenga in un luogo storico come il castello – dice orgogliosa -. L’ho voluta fortemente, per condividere l’amore per la mia terra con paesani e forestieri e con tutti coloro i quali passando davanti a questi paesaggi s’incantano ogni volta come fosse la prima».

Non solo paesaggi, Elisa dipinge anche ritratti (spicca quello della nonna, ritratta da giovane) e rivisitazioni di opere famose con ad esempio Il mare in burrasca di Courbet. E oltre che sulle tele, lavora anche su tondini di legno sui quali ha raffigurato tra gli altri la Dama con l’ermellino di Leonardo Da Vinci, la Ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer e la ragazza afghana della celebre foto di McCurry. [Continua in basso]

Sono già in tanti coloro i quali hanno visitato la mostra, che apre sia di mattino che di pomeriggio. Gente proveniente da fuori provincia e persino da fuori regione: «Domenica scorsa sono passati dei signori di Catania», racconta Elisa, che custodisce in un quaderno le firme di tutti i visitatori. La mostra si chiuderà il 6 gennaio con la fine delle festività natalizia, ma la giovanissima arista ha già delle idee per valorizzare la sua arte e non solo nel futuro. E lancia una proposta agli altri artisti del luogo: «Potremmo esporre le nostre opere nelle vetrine dei negozi di Nicotera, ho già partecipato ad un’iniziativa simile ai tempi dell’accademia a Vibo e fu un successo. Sarebbe bello coinvolgere anche i giovanissimi e coloro i quali hanno passione e che da autodidatti creano vere e proprie opere. Perché – conclude con un sorriso– l’arte è di tutti».  

Articoli correlati

top