sabato,Giugno 15 2024

Tutto pronto a Soriano Calabro per il presepe vivente “Magnificat anima mea”

Ad ospitarlo sarà il complesso architettonico dell’antico Convento domenicano. Ecco le date e gli orari. Iniziativa, del Polo Museale e della Pro loco in collaborazione con i “Giovani di San Domenico” ed il Comune

Tutto pronto a Soriano Calabro per il presepe vivente “Magnificat anima mea”

Il complesso architettonico dell’antico Convento domenicano di Soriano Calabro vedrà il 26 dicembre e 3 gennaio l’allestimento del presepe vivente dal titolo “Magnificat anima mea”, secondo una tradizione cara ai locali padri domenicani. Quest’anno per la prima volta verrà allestito e rappresentato un presepe vivente ispirato alla tradizione figurativa napoletana del Seicento e del Settecento in accordo agli antichi splendori del complesso conventuale barocco in rudere. È proprio in un suggestivo angolo monumentale dei ruderi – l’antico ingresso di rappresentanza al convento – avrà luogo la rappresentazione, coinvolgendo anche parte del centro storico, da cui partiranno i pastori e i Magi in cammino verso la “grotta”. L’iniziativa, promossa dal Polo Museale e dalla la Pro loco cittadina, in collaborazione con i “Giovani di San Domenico” ed il Comune, vedrà coinvolti circa cinquanta figuranti. [Continua in basso]

Il progetto è stato ideato e diretto da Mario Panarello, presidente onorario del Polo, sostenuto dalla direttrice Mariangela Preta e dalla presidente della Pro loco Maria Teresa Daffinà. Per il visitatore sarà come immergersi in una sorta di Tableau vivant di un settecentesco presepe vivente di gusto napoletano, in accordo con il gusto le luci e i colori dei momenti suggestivi del Natale: dalla tradizionale Natività di Cristo all’annuncio degli angeli, dall’adorazione dei pastori all’arrivo dei Magi, sullo sfondo dello scenario unico dell’antico complesso conventuale in rudere, nelle cui originarie botteghe verranno inoltre ricreati i mestieri tipici di un borgo antico e scene di vita quotidiana. L’inaugurazione lunedì 26 dicembre, alle ore 16. L’evento si ripeterà il 3 gennaio, sempre alle ore 16. Ingresso gratuito.

top