giovedì,Maggio 30 2024

Mileto, successo per il concerto benefico del Cmi al Politeama

Ad esibirsi è stata la giovane pianista aquilana Luna Costantini. Il ricavato è stato devoluto per l’inclusione dei giovani alle prese con disturbi mentali

Mileto, successo per il concerto benefico del Cmi al Politeama

Successo per il concerto di beneficenza organizzato dal Cantiere musicale internazionale presso il Teatro Politeama di Catanzaro. Ad esibirsi, nell’occasione, è stata la giovane pianista Luna Costantini, allieva del corso di pianoforte tenuto all’interno della scuola di alta formazione miletese dal maestro Roberto Giordano. L’evento è stato promosso in collaborazione con le associazioni Libellula Afaspe “Progetto Gedeone” nel mese di novembre, annualmente dedicato al tema della salute mentale. In questo contesto, l’incasso del concerto è stato interamente devoluto ai laboratori organizzati nell’ambito del progetto “FareInsieme RelAzione”, rivolto proprio a favorire l’inclusione dei giovani affetti da disturbi psichici. «Il senso dell’iniziativa – afferma al riguardo il presidente di Progetto Gedeone Antonio Mangiafave – è stato quello di regalarci un pomeriggio con qualche ora di “normalità”. In questo 2023, grazie al maestro Giordano e ad altri “angeli” come lui, ci siamo potuti intrattenere per un pomeriggio nel “salotto buono” della città. Il problema della salute mentale, tuttavia, necessita di una maggiore attenzione per tutto il corso dell’anno. Per questo serve una grande azione di sensibilizzazione. Concerti e iniziative culturali del genere, del resto, vengono proposti anche con tale obiettivo. Al Politeama abbiamo avuto l’onore di avere con noi il sindaco di Mileto Salvatore Fortunato Giordano – conclude – purtroppo unico rappresentante istituzionale che ha voluto farci sentire la propria vicinanza e il sostegno amicale di cui abbiamo bisogno. Altri, nonostante l’invito,  sono risultati non pervenuti».

«L’obiettivo – afferma dal canto suo il presidente di “Libellula Afasp” Natalia Barillari – è di promuovere l’inclusione e superare i pregiudizi con una corretta informazione sui disturbi mentali, partendo dalla persona con un approccio bio-psico-sociale. Diamo molta importanza alla Musica. Questo ci permette di favorire una comunicazione che oltrepassa l’uso del linguaggio, promuovendo l’espressione dei vissuti più profondi, lavorare per l’armonizzazione della personalità dell’individuo e la costruzione di uno stato di benessere». Infine, le parole del maestro Giordano, tra l’altro fondatore e direttore artistico del Cmi. «L’iniziativa – sottolinea – ha rappresentato per noi un’occasione straordinaria per attuare un’azione di solidarietà mirata, ma anche un’opportunità prestigiosa per ampliare le attività dei giovani artisti del Cantiere musicale, che si sta affermando sempre più come uno degli attori culturali più prestigiosi della Regione». Luna Costantini è nata nel 2000 ad Avezzano, in provincia di Aquila. Dopo aver intrapreso all’età di 5 anni gli studi pianistici, nel maggio del 2011 è stata selezionata tra i migliori allievi dei conservatori italiani. A 16 anni si è diplomata con il massimo dei voti presso il Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila e nello stesso anno è stata ammessa all’Accademia pianistica internazionale di Imola, divenendo la più giovane allieva ad aver ottenuto il diploma di pianoforte, sotto la guida del maestro Giordano. Dalla sua vanta già numerosi premi nazionali e internazionali.

LEGGI ANCHE: Vibo, grande attesa per l’aperitivo culturale servito da persone con disabilità

Il Festival Leggere&Scrivere si farà: Comune di Vibo e Sbv firmano un protocollo

top