lunedì,Marzo 4 2024

Vibo, proclamati i vincitori del Concorso di Canto lirico “Beppe De Tomasi”

I nove i finalisti si sono esibiti accompagnati dall’Orchestra sinfonica della Calabria diretta dal maestro Sirio Stacchetti

Vibo, proclamati i vincitori del Concorso di Canto lirico “Beppe De Tomasi”
Concorso canto lirico, i vincitori

Con l’assegnazione dei Premi ai vincitori, all’Auditorium Spirito Santo del Conservatorio Torrefranca si è conclusa a Vibo Valentia la IV edizione del concorso lirico internazionale Beppe De Tomasi promosso da Traiectoriae e sostenuto dal Ministero della Cultura nell’ambito del Progetto speciale “Memoria e Futuro. Radici per la contemporaneità”. Nove i finalisti che si sono esibiti accompagnati dall’Orchestra sinfonica della Calabria diretta dal maestro Sirio Stacchetti: Giada Borrelli, Juliette Chauvet, Laura Esposito, Patricia Illera, Tamon Inoue, Francesca Lione, Margherita Rotondi, Graziana Palazzo, Raffaele Tassone. Nove finalisti di livello davvero molto alto, tutti degni di esibirsi e diventare protagonisti sui palcoscenici nazionali ed internazionali.

Per giudicare i concorrenti si è riunita per tre giorni una prestigiosa giuria composta da Renato Bonajuto (regista co-direttore artistico del Festival Rapsodie Agresti e storico collaboratore di De Tomasi), Ulises Jaen (direttore artistico de la Ópera de Las Palmas), Nikola Mihajllovic (direttore artistico Teatro dell’Opera di Stato di Belgrado), Constanze Konemann (Cantoplus agency-Germania), Francesco Ledda (direttore d’orchestra e direttore generale dell’Orchestra sinfonica della Calabria), Andrea Merli (critico musicale), Sirio Scacchetti (direttore d’orchestra ), Gianluca Marcianò (direttore d’orchestra, direttore principale dell’Orchestra Magna Grecia e direttore artistico del Lerici music festival), Giovanni Di Stefano (direttore d’orchestra, presidente e direttore artistico dell’Opera Giocosa), Saverio Varacalli (presidente Accademia Senocrito). Dopo una attenta valutazione la giuria ha così deciso: primo premio al baritono giapponese Tamon Inoue che ha eseguito “Hai già vinto la causa” dalle Nozze di Figaro di Mozart; il secondo premio al soprano Laura Esposito che ha eseguito “Chacun le sait” da La fille du regiment di Donizetti e terzo premio al soprano Giada Borrelli che ha eseguito l’aria “Caro nome” da Rigoletto di Verdi. Il premio per la categoria Canto barocco è andato a Tamon Inoue per una eccellente esecuzione di “Dormo ancora” da “Il ritorno di Ulisse in patria” di Claudio Monteverdi.

LEGGI ANCHE: Mileto, attesa per il grande ritorno da solista del maestro Roberto Giordano

Mileto, successo per il concerto benefico del Cmi al Politeama

Lettura e libertà, al Liceo classico “Morelli” il laboratorio narrativo sulla Divina commedia

Articoli correlati

top