Storie di donne di mafia, il libro di don Cozzi presentato a Limbadi – Video

Nell’ambito della due giorni inaugurale dei corsi dell’Università della ricerca, della memoria e dell’impegno intitolata a Rossella Casini
Nell’ambito della due giorni inaugurale dei corsi dell’Università della ricerca, della memoria e dell’impegno intitolata a Rossella Casini
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Lupare Rosa”, il nuovo libro di don Marcello Cozzi, è stato presentato nell’ambito della due giorni per l’avvio dei corsi nella “Università della ricerca, della memoria e dell’impegno” di Limbadi. Il sacerdote attivo nell’associazione Libera ha dedicato la sua ultima fatica alle storie di donne di mafia e di donne che si sono dissociate dalla mafia. Tra queste, Cozzi ha detto di essere stato colpito di più dalla vicenda di Annunziata Pesce. «Si era innamorata di un carabiniere – ha spiegato – e aveva inseguito questo amore anche per spezzare le catene del sangue e della criminalità: secondo quanto riferito dalla cugina in Tribunale, venne uccisa dai suoi stessi familiari e seppellita in una tomba anonima nel cimitero di Rosarno in modo che, almeno, da morta, abbia un fiore». Storie terribili, quelle raccontate durante il dibattito moderato dal giornalista Michele Albanese e introdotto – alla presenza dei vertici provinciali delle forze dell’ordine e del prefetto Francesco Zito – da don Ennio Stamile, presidente dell’associazione San Benedetto Abate che gestisce l’Università intitolata a Rossella Casini.    

LEGGI ANCHE: De Raho e Sibilia a Limbadi per l’avvio dei corsi dell’UniRMI – Foto/Video

Informazione pubblicitaria