Briatico, muove i primi passi l’associazione Officina fotografica

La presentazione ufficiale il prossimo 10 agosto nel corso dell’evento culturale “Briatico, tra il passato e il presente”
La presentazione ufficiale il prossimo 10 agosto nel corso dell’evento culturale “Briatico, tra il passato e il presente”
Informazione pubblicitaria

di Mariella Epifanio

Recentemente colpiti da un lungo e pesante periodo di lockdown dovuto alla pandemia del covid-19, rinchiusi nelle nostre case e con l’infinito mondo di internet a disposizione, ci siamo occupati di tutte quelle cose che avevamo messo da parte. In poche parole, ci siamo dedicati a lavoretti rimandati, alle nostre passioni, a riappropriarci di quel tempo che ormai non ci dedicavamo quasi più, finalmente liberi da tutti quegli obblighi di cui era piena la nostra quotidianità.

Ed è in questo periodo che, un gruppo di amici briaticesi, legati dalla grande e innata passione per la fotografia, si sono riuniti virtualmente dal nord al sud dell’Italia, per realizzare il sogno e la promessa che si erano fatti da ragazzi, prima che la vita e il lavoro li dividesse: hanno dato vita all’associazione “Officina fotografica”.

Il sodalizio nato tra gli appassionati fotografi il cui presidente è Giuseppe Albanese, nasce per riunire l’arte e il patrimonio fotografico che racconta il territorio, la Calabria intera e le sue tradizioni, la sua gente, per promuovere esposizioni, reportage, valorizzare i luoghi, recuperare foto storiche e organizzare corsi di formazione fotografica. Al suo fianco, un direttivo composto da persone caparbie, amanti della loro terra e ovviamente, grandi appassionati di fotografia: Mario Greco, Giuseppe Morello, Domenico Garrì.

«Officina fotografica, vuole essere un ambiente democratico, di grande scambio di idee e progetti, non legato ad alcun colore partitico così come ogni associazione che si rispetti, deve essere. È aperta a chiunque volesse condividere i nostri intenti, a collaborazioni con enti e altre associazioni presenti in loco  per la promozione del territorio e della sua storia fotografica». È questo il pensiero del presidente Albanese nel presentare l’associazione che esordirà il 10 agosto, alle ore 18.30 nella piazza di via Cocca a Briatico, con la collaborazione dell’Oratorio San Nicola, nell’evento denominato “Briatico, tra il passato e il presente”.

La serata, accompagnata da un’interessante e ricca mostra fotografica fruibile a tutti, avrà presenti l’antropologo e già senatore Luigi Maria Lombardi Satriani e lo scrittore Giuseppe Garrì che daranno voce alle immagini di ieri e di oggi raccontando non solo il territorio locale ma l’intera Calabria. Sarà poi presente  l’illustratore freelance Angelo Lo Torto che arricchirà la serata con una fantastica sorpresa legata al suo talento, il tutto moderato dalle magistrali doti dialettiche di Demetrio Guzzardi, direttore editoriale di “Editoriale progetto 2000”.

«L’intento dell’evento – continua ancora il presidente – è quello di raccontare ai giovanissimi e, far ricordare ai più grandi, la Briatico e la Calabria del passato attraverso le sue foto e le parole di chi questo territorio lo conosce, lo ama e l’ha studiato da sempre, fin dalle sue antiche origini. Invitiamo tutti pertanto, a passare con noi un’interessante serata di dibattito, ricordi e foto, nella fantastica location del lungomare di Briatico, ad un passo dal mare, con il suo suono a fare da sottofondo alla serata».